Quaderni

#

09 Mag: Di rappresentanti (poco) permanenti a Bruxelles

Non più di tre mesi e mezzo fa, la scelta di Renzi di nominare a Capo della Rappresentanza permanente a Bruxelles un politico, l’allora viceministro allo Sviluppo economico Carlo Calenda, fece molto discutere e sollevò non poche critiche e malumori.

  •  
  •  
  •  
  •  
#

09 Mag: Uguali nelle differenze, a Genova

Nelle nostre scuole la discriminazione di ogni tipo avviene ogni giorno, con impatti significativi sul singolo e sul gruppo, e le diversità tra studenti spesso vengono vissute come limiti o difetti di un individuo rispetto ad un altro.

  •  
  •  
  •  
  •  
#

09 Mag: Dalla parte di Marco Omizzolo

Marco Omizzolo è tra gli organizzatori dello sciopero di 2000 braccianti sikh che lo scorso 18 aprile si sono trovati davanti alla Prefettura di Latina per chiedere paghe eque e più umanità. Da quel momento Marco è stato vittima di atti intimidatori sempre più frequenti.

  •  
  •  
  •  
  •  
#

06 Mag: Notaboo, a tutto campo

Mi chiamo Maximiliano Ulivieri, sono toscano ma vivo a Bologna dal 2011. Sono affetto da una “simpatica” patologia denominata Charcot-Marie-Tooth o CMT, nel mio caso nella forma 1A. Insomma, per dirla semplice, sono un mucchio di ossa storte. O se vogliamo vederla artisticamente: un Picasso.

  •  
  •  
  •  
  •  
#

06 Mag: Un anno, e ancora

Era il 6 maggio dell’anno scorso quando Pippo Civati, salutando, lasciò il Pd. Non fu una scissione di corrente organizzata, semplicemente perché non lo era, ma l’inizio di un percorso in cui molti si sono ritrovati a condividere un impegno che, da lì a poco, sarebbe diventato Possibile, il nuovo soggetto politico che abbiamo iniziato e stiamo continuando a costruire.

  •  
  •  
  •  
  •  
#

03 Mag: Rubare per fame: che cosa ci insegna questa storia

La vicenda di Genova ci dice che la nostra giustizia penale non funziona per niente. E anche che, a monte, la nostra società non funziona. Perché è vero che non si possono obbligare i clienti e i direttori dei supermercati ad essere ragionevoli e umani (e molti in realtà lo sono), ma deve essere lo Stato a intervenire.

  •  
  •  
  •  
  •  
#

03 Mag: Idomeni è una contraddizione

Idomeni è una contraddizione. Formalmente è un campo dove sono accampate circa diecimila persone. L’enorme esigenza di cibo, acqua potabile, assistenza legale, riparo, asilo, educazione e gioco viene affrontata da gruppi di volontari autonomi e indipendenti.

  •  
  •  
  •  
  •  
#

02 Mag: Il “Patto per la Calabria” è il solito annuncio vuoto

Quel patto per la Calabria e tutta l’enfasi mediatica della sua firma in realtà nasconde il “nulla di nuovo”. Cioè, non solo viviamo nella regione più arretrata del Paese, non solo assistiamo da sempre alle stesse logiche politico-clientelari e ai trasformismi autorizzati, per di più veniamo trattati (ma in questo ci fanno compagnia Campania e Sicilia) come idioti che non sanno leggere oltre i titoloni e gli annunci.

  •  
  •  
  •  
  •