emergenza climatica

Schermata 2019-07-28 alle 14.11.53

31 Lug: Emergenza climatica e immigrazione nel sistema giuridico italiano – #GreenSchool

I temi relativi ai mutamenti climatici ed alle migrazioni vengono affrontati separatamente, come se fossero due realtà a se stanti, stando sempre bene attenti a non metterli mai in correlazione,  per una precisa scelta politica. Se si collegasse il mutamento climatico  all’immigrazione, dando conto di come i due temi siano invece connessi, si dovrebbe poi giustificare il silenzio della politica su questa questione.

  •  
  •  
  •  
  •  
Il Cervino

30 Lug: Quel confine naturale che crolla sotto i nostri occhi

Siamo abituati a pensare la montagna come un luogo aspro, duro, resistente. E invece ci rendiamo conto che ghiacciai e vette sono fragili e son anch’essi indicatori di un’emergenza che ogni giorno che passa mette sempre più a rischio la nostra sicurezza. Quasi fossero colonnine di mercurio che segnano l’avvicinarsi del punto di non ritorno.

  •  
  •  
  •  
  •  
donne migranti

28 Lug: L’emergenza climatica ha conseguenze ancor più gravi per le donne

Una sfida epocale, alla quale l’Italia di oggi  come si presenta? Con il decreto Pillon in rampa di lancio e con la nomina a ministro agli affari europei,  dell’ex Ministro della Famiglia Lorenzo Fontana, ben noto per le sue posizioni molto conservatrici, soprattutto su temi come aborto, diritti delle donne, diritti LGBTI e richiedenti asilo.

  •  
  •  
  •  
  •  
Schermata 2019-07-22 alle 19.01.01

26 Lug: Cambia il tempo ma voi no

Là fuori sta cambiando tutto ed è un cambiamento che non prevede la sopravvivenza della nostra specie. Come triste corollario a questa incresciosa situazione c’è poi il fatto che tra coloro che sono diventati inabili al cambiamento figurano anche quelle forze (?) politiche che dovrebbero avere il cambiamento come ragione sociale

  •  
  •  
  •  
  •  
Cambiamenti climatici

17 Mag: Dichiariamo emergenza climatica

Se non si muovono i governi, si muovano i cittadini. Oggi è venerdì. Rilanciamo la mobilitazione. E costringiamo il governo a rispondere. Perché il nostro futuro è in gioco, nei conti pubblici, nella credibilità del paese ma prima ancora per la sopravvivenza del genere umano.

  •  
  •  
  •  
  •