Quaderni

#

18 Feb: Mille biblioteche «Aylan Kurdi»

Un’immagine ha segnato questa nostra epoca fragile, in bilico tra dolore e speranza. Quella del piccolo Aylan Kurdi, col suo corpicino disteso a pancia in giù sulla sabbia, con la maglietta rossa e i pantaloncini zuppi di acqua. Tutti abbiamo pianto, ci siamo indignati, poi il tempo ci ha come anestetizzati.

  •  
  •  
  •  
  •  
#

17 Feb: Quale futuro per la Chimica Verde e per Porto Marghera?

Il 19 febbraio la protesta dei lavoratori chimici culminerà in una manifestazione nazionale a Roma: noi siamo dalla parte delle migliaia di lavoratori che rischiano il posto di lavoro e vorremmo anche vedere una volontà politica da parte del governo Italiano di impedire il disimpegno di Eni e Versalis e di pretendere la riconversione del settore nella direzione della chimica verde. Per dare certezze a chi vuole lavorare e speranze per il nostro ambiente.

  •  
  •  
  •  
  •  
#

17 Feb: L’acqua pubblica sotto attacco

La Legge regionale campana n.15/2015 riordina il Servizio Idrico Integrato e disattende palesemente l’esito referendario del 2011 con cui 27 milioni di Italiani si sono espressi a favore della gestione pubblica del servizio, riconoscendo l’acqua come bene comune.

  •  
  •  
  •  
  •  
#

16 Feb: Milano in Comune, un’alternativa Possibile

Sala Alessi è già stracolma prima delle 20.30, orario d’inizio dell’assemblea promossa dalla Lista civica e municipale per una “Milano in Comune”. Tante le cittadine e i cittadini, le associazioni, i movimenti civici che, insieme ad alcuni soggetti politici, non si arrendono all’idea di avere tre manager in gara, di cui uno espresso dalle primarie del centro-sinistra, alla guida di Palazzo Marino.

  •  
  •  
  •  
  •  
#

16 Feb: Partecipazione Possibile si aggiorna: ecco i nuovi strumenti online per iscritti e comitati

Possibile è il primo partito italiano a coniugare militanza tradizionale, contatto personale e presenza sul territorio, con la democrazia digitale e l’utilizzo di strumenti moderni di decisione e organizzazione. Per fare tutto questo abbiamo realizzato la piattaforma “Partecipazione Possibile” il cui punto di partenza è l’iscrizione e la tessera. Proprio per questo è importante iscriversi a Possibile.

  •  
  •  
  •  
  •  
#

14 Feb: Più panchine, meno poltrone

Viale Farini, zona della stazione, Ravenna. San Valentino 2016, flashmob della lista di cittadinanza attiva “Ravenna in Comune” in difesa delle panchine pubbliche che il Sindaco PD ha fatto rimuovere per rimuovere le persone che ci si sedevano sopra. Come il leghista Gentilini, ricordate? Invece di combattere la povertà e la marginalità sociale, la solitudine e l’assenza di agorà dove conoscersi, incontrarsi, fare comunità, il Sindaco di Ravenna, superando a destra anche il partito della nazione, combatte direttamente poveri ed emarginati.

  •  
  •  
  •  
  •  
#

12 Feb: Roma: domani al via Contaci, la politica dal basso

Dalle dieci di sabato mattina si riuniranno all’ex Dogana i primi cento cittadini che hanno aderito alla piattaforma ‘Contaci.it’: una nuova esperienza politica che parte dal basso e intende affrontare le prossime elezioni amministrative di Roma al di fuori dei soliti schemi.

  •  
  •  
  •  
  •  
#

12 Feb: Dal “NO” al “NOi” per la Costituzione

Per recuperare un’occasione altrimenti perduta è necessario mettere da parte questa revisione (attraverso un “no” al referendum) e presentare insieme, con il contributo di tutti, con un dibattito che parte proprio domenica a Firenze, un’alternativa. Una riforma capace di restituire davvero la sovranità al popolo. Dal “NO” al “NOi” per la Costituzione.

  •  
  •  
  •  
  •  
#

12 Feb: L’amaca dell’anno dopo

Tra un anno, Serra potrebbe improvvisamente accorgersi che non ha senso un partito che al suo interno contiene sia la destra che la sinistra, che destra e sinistra si confrontano alle elezioni, non alle primarie.

  •  
  •  
  •  
  •  
#

11 Feb: San Valentino con Possibile #ioamolapolitica

Un weekend, il prossimo, in cui (ri)innamorarsi della politica, esattamente in coincidenza della festa di San Valentino. Dal 12 al 15 febbraio Possibile promuove una rassegna di eventi nelle principali città italiane, ciascuno con un tema ben preciso, da affrontare in maniera scientifica e rigorosa, perché per innamorarsi nuovamente della politica c’è bisogno di sguardo lungo e non schiacciato sul presente, di sana immaginazione e non di scelte necessitate, di parole attente e non urlate.

  •  
  •  
  •  
  •  
#

10 Feb: Possibile presenta la proposta di legge per una Commissione Parlamentare sul contrasto alla violenza di genere

La proposta a prima firma della deputata Beatrice Brignone, ha come obiettivo quello di istituire un’apposita Commissione parlamentare bicamerale al fine di analizzare in tutto il territorio nazionale le attività e il funzionamento dei Centri Antiviolenza, dei Servizi Sociali preposti alla tutela delle donne vittime di violenza, delle Associazioni, degli Istituti e degli Enti protetti cui sono affidate donne con figli minori.

  •  
  •  
  •  
  •  
#

09 Feb: Ilva: la politica dell’improvvisazione industriale

Ci sono voluti nove Salva Ilva, tre giorni di sciopero degli operai di Cornigliano e molti mesi di confusione per giungere all’esito positivo del tavolo tra Sindacati e Governo. Risultato certamente importante quello arrivato al tavolo del Ministero dello Sviluppo Economico, alla presenza della viceministra Bellanova.

  •  
  •  
  •  
  •  
#

09 Feb: Il vero costo sociale e il senso di una Possibilità

Dobbiamo lavorare ad un programma di efficientamento per recuperare più della metà della bolletta energetica delle pubbliche amministrazioni italiane: si tratta di grandezze che possono muovere il PIL del Paese. Da qui nasce una varietà di opportunità che, se solo le cogliessimo, daremmo vita ad un nuovo mercato ricchissimo di prospettive. Fare efficientamento non vuol dire soltanto cambiare delle lampadine, ma implica un ripensamento del concetto di rete di erogazione e trasmissione di servizi e informazioni.

  •  
  •  
  •  
  •  
#

08 Feb: Non è un Paese per ultimi, non è un Parlamento per disabili

La legge appena approvata dalla Camera sul dopo di noi non è una legge sbagliata, è soltanto una legge profondamente svuotata da ogni significato ed effetto, così come persino dalla sua stessa efficacia normativa, dato che quanto è stato approvato dai deputati e che ora passa al Senato si configura miserevolmente come l’ennesimo rattoppo, l’ennesimo fondo per la disabilità che punta più che altro a istituire un trust che è per l’appunto miserrima, pochissima cosa, ed è molto lontano dal garantire un “dopo di noi” come l’aspettativa dignitosa e la disperazione pura di tanti richiedevano.

  •  
  •  
  •  
  •