Ius Soli, Civati-Maestri: Cittadinanza a Rami non sia una serie tv

#

“Il riconoscimento della cittadinanza a Rami non può diventare una serie tv con gli esponenti del Movimento 5 Stelle che dicono una cosa e il ministro dell’Interno Salvini che li deride. È un tema troppo serio per essere derubricato a uno show mediatico: prima di tutto bisogna dare la cittadinanza a Rami e a tutta la sua famiglia. Ma è necessario anche stabilire un principio di civiltà: la cittadinanza non è un premio a punti, ma un tema su cui intervenire introducendo lo Ius Soli. Con serietà e senza propaganda”. Lo dichiarano Giuseppe Civati, fondatore di Possibile, e Andrea Maestri della segreteria nazionale di Possibile, commentando il dibattito in corso nel governo.

“Purtroppo invece – aggiungono Civati e Maestri –  il discorso sta proseguendo a colpi di battute madiatiche, prima con Di Maio e oggi con Bonafede che replicano a Salvini. Sembra proprio che la cittadinanza di Rami sia solo l’ennesima puntata di questo perenne scontro tra 5 Stelle e Lega. Solo che il finale è scontato: il ministro dell’Interno piega gli alleati ai suoi voleri”.

  • 26
  •  
  •  
  •  
  •  

AIUTACI a scrivere altri articoli come quello che hai appena letto con una donazione e con il 2x1000 nella dichiarazione dei redditi aggiungendo il codice S36 nell'apposito riquadro dedicato ai partiti politici.
Se ancora non la ricevi, puoi registrarti alla nostra newsletter. Partecipa anche tu!

Iscriviti alla newsletter di Possibile

Please wait

Post Correlati