voucher

Coloro che hanno definitivamente smantellato l'occasionalità del ricorso ai voucher e che nulla hanno fatto di fronte all'esplosione del loro uso (e abuso), coloro che hanno sempre difeso i voucher, ora negano qualsiasi responsabilità.
Se cercate interlocutori, ripartite dalla realtà, dagli strumenti per cambiarla, dagli obiettivi che diano senso alla politica e dignità alle persone. Senza timidezze. Perché il mondo così non funziona: si prepara solo alla sostituzione dei lavoratori con robot e androidi. Che non vanno pagati, certo, ma non consumano. E forse è il caso di iniziare a pensarci, rispolverando antiche letture e individuando soluzioni inedite.
Possibile - a partire dal suo Comitato scientifico - è pronto a lanciare un focus di approfondimento, comunicazione e mobilitazione sulla questione, fin da ora, accompagnando con precise informazioni, denunce puntuali e, come si suol dire, gli opportuni chiarimenti la campagna referendaria e, in ogni caso, politica.
Per spiegare il precariato giovanile ai tempi delle dichiarazioni beffarde di Poletti, non bisogna esser esperti del lavoro, ricercatori esperti nella materia, ma basta farne esperienza sulla propria pelle.
Un comodo ebook, della serie "La Gattoparda", per fare il punto sulla diffusione dei voucher, e di come questa abbia reso ancor più precario il mondo del lavoro.
Una panoramica sul lavoro nei supermercati, visto dall'interno. Un tema particolarmente importante, dove si insinua facilmente lo sfruttamento lavorativo, soprattutto a ridosso delle festività.