Politica

#

18 Nov: Porte aperte alla sinistra

Le porte sono apertissime, come nella nota pubblicità, con un’unica pregiudiziale, che sembra banale ma i fatti hanno dimostrato il contrario, cioè non avere preclusioni verso gli altri partecipanti e condividere il progetto.
#

24 Lug: Scuola politica di “Liguria Possibile”: come è andata

Non basta solo la passione, occorrono anche “Esperienza, Competenza e Impegno”: queste sono le tre parole chiave che pensiamo caratterizzino la nostra partecipazione politica. Con la stessa logica, coinvolgiamo le persone che desiderano avvicinarsi a noi per collaborare insieme alla realizzazione del progetto di “Possibile”.
#

21 Mar: Un mondo più bello, senza accorgercene

La folle idea dei comitati delle Marche di Possibile: far diventare una vecchia officina un’officina sociale e solidale, che offra servizi, occasioni di formazione e un aiuto concreto. Ci sarà un magazzino in cui raccogliere beni di prima necessità da destinare a chi si trova in in momento di difficoltà, uno spazio per i giochi e per i compiti, un pediatra, una counselor. Ci sarà poi ovviamente spazio per lo studio e l’elaborazione politica, per le iniziative, per la convivialità. Ci sarà anche la scuola di orto e la possibilità di coltivarsi i propri prodotti, insieme a tante altre idee si affacciano per sfruttare l’esteso terreno intorno all’officina.

  •  
  •  
  •  
  •  
#

05 Feb: Classe dirigente, think tank, progetto di governo

Possibile propone un percorso culturale prima che elettorale che muove non da oggi. Muove dal lavoro progettuale coordinato dal Comitato scientifico, che Possibile è anche l’unico soggetto politico ad avere introdotto nel proprio Statuto. Alla ricerca non solo di parole d’ordine (per noi quella fondamentale è uguaglianza) ma anche dalla possibilità di declinarle in progetti credibili, sostenibili e definibili in un corpus legislativo che sia coerente e pronto all’uso. Un lavoro che sappiamo parziale e insufficiente e che infatti rilanciamo dal 24 al 26 febbraio, a Roma, in occasione della tre giorni dedicata alla Costituente delle idee.

  •  
  •  
  •  
  •  
#

02 Feb: «I politici pensano solo alla legge elettorale». Lo scrive Renzi. Giuro.

Matteo Renzi (che ringhia contratto nelle sue solipsistiche vendette come raccontano oggi tutti i giornali) finge di non essere la stessa persona che è riuscito a frantumare il Paese, si dimentica di essere segretario del più grande partito del Paese (partito in dissoluzione, com’è nelle sue corde di idea di comando) e si lancerà in un’esaltante campagna elettorale basata sulla perdita di memoria a breve termine.

  •  
  •  
  •  
  •  
#

15 Gen: La “panchina lunga” che può cambiare la politica

Così stiamo procedendo noi, di Possibile, cercando quella «panchina lunga» che finora è mancata. Che non è composta solo da addetti ai lavori, né soltanto da attivisti, né esclusivamente da iscritti a questo o a quel partito, ma anche da semplici cittadini, che hanno maturato una competenza, che conoscono il proprio lavoro, che possono discutere con i primi della complessità che ci troviamo ad affrontare, senza semplificarla in slogan e scorciatoie, senza strizzatine d’occhio, senza bonus tipo lotteria Italia, ma con un disegno complessivo. Mettendo a confronto esperienze diverse, affrontando le questione con i numeri e con i dati, entrando in quel famoso merito di cui tutti parlano molto e ‘praticano’ poco.

  •  
  •  
  •  
  •  
#

13 Gen: Il manifesto e la costituente all’islandese

Scriviamo un manifesto preciso e puntuale, con chi vorrà partecipare. Raccogliamo idee e proposte da parte di chi le vuole discutere con noi. Valutiamole insieme sotto il profilo della loro sostenibilità e coerenza. Sottoponiamo il risultato a una verifica democratica, una sorta di assemblea costituente delle idee e delle proposte.

  •  
  •  
  •  
  •  
#

27 Dic: Una politica a misura di bambino

Esistono già progetti che si muovono in questo senso: se ne occupa l’Unicef, prima di tutti, attraverso la promozione delle “Città amiche delle bambine e dei bambini”. Il tentativo è quello, costante, di rendere concreta la Convenzione Onu del 1989 sui diritti dell’infanzia, che rappresenta ancora oggi la sfida degli Stati e degli enti locali a riconoscere i bambini non solo come oggetto di tutela e assistenza ma anche come soggetto di diritto, e quindi titolare di diritti in prima persona: civili, politici, economici, sociali e culturali.

  •  
  •  
  •  
  •  
#

25 Dic: Auguri Possibili

Sono cresciuto con la perdurante sensazione che mi volessero convincere che l’annichilmento fosse il modo migliore per stare tranquilli: l’inazione come protezione naturale per la serenità nostra, dei nostri figli, della nostra famiglia e delle nostre posizioni.

  •  
  •  
  •  
  •  
#

17 Dic: Alleanza con le cose

Ci vogliamo alleare con la società, con le sue competenze, con il suo impegno, con il senso di futuro di chi ha a cuore gli italiani di oggi e soprattutto quelli di domani. Vogliamo allearci con voi, con te. Dare la possibilità di partecipare a una profonda trasformazione, piena di alternativa e di opportunità.

  •  
  •  
  •  
  •