Migranti, Brignone: Possibile scrive a Unchr per rispetto protezione umanitaria

#
“Il rispetto dei diritti umani esige una presa di posizione forte: per questo motivo abbiamo deciso di inviare una lettera all’Alto commissariato per i rifugiati delle Nazioni Unite, indicando le criticità individuate dopo le disposizioni del ministro dell’Interno Salvini, a cominciare dal fatto che i richiedenti asilo non sono informati sui propri diritti né viene garantito l’iter amministrativo e giuridico della propria richiesta”. Lo dichiara la segretaria di Possibile, Beatrice Brignone, annunciando l’invio di una lettera all’Unhcr, dopo le ricerche condotte dalla campagna #NoEmergenza e dell’Osservatorio migranti di Verona.
“Le informazioni raccolte – aggiunge Brignone – mettono in evidenza numerose mancanze nel corso delle audizioni. In alcuni casi, addirittura, per dotarsi delle conoscenze (di natura geopolitica e culturale) necessarie per interpretare in modo opportuno i racconti della persona richiedente, i membri di Commissione si affidano, direttamente o in sede di audizione, a un motore di ricerca su internet, anziché svolgere adeguate ricerche prima e dopo l’audizione. L’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati ha il ruolo fondamentale di garante dei diritti umani: forte è la fiducia che molte cittadine e cittadini ripongono in tale istituzione, a cui rivolgiamo il nostro appello”.
  • 12
  •  
  •  
  •  

AIUTACI a scrivere altri articoli come quello che hai appena letto con una donazione e con il 2x1000 nella dichiarazione dei redditi aggiungendo il codice S36 nell'apposito riquadro dedicato ai partiti politici.
Se ancora non la ricevi, puoi registrarti alla nostra newsletter. Partecipa anche tu!

Iscriviti alla newsletter di Possibile

Please wait

Post Correlati