manifesto

2020, trappola per topi sui conti pubblici

È fat­ta, dico­no. La pro­ce­du­ra di infra­zio­ne per defi­cit ecces­si­vo sarà evi­ta­ta. «Abbia­mo pie­na­men­te sal­va­guar­da­to la nostra impo­sta­zio­ne del­la mano­vra di bilan­cio. Non abbia­mo cedu­to sui con­te­nu­ti», escla­ma in aula al Sena­to il pre­si­den­te del con­si­glio Con­te. Ma intan­to la Com­mis­sio­ne Euro­pea ha vin­to, il defi­cit strut­tu­ra­le non cre­sce­rà, restan­do inchio­da­to allo 0,8% in rapporto …

2020, trap­po­la per topi sui con­ti pub­bli­ci Leg­gi altro »

Salario minimo sì, ma senza prendere in giro chi lavora

Mac­ché red­di­to di cit­ta­di­nan­za, meglio il sala­rio mini­mo lega­le. Lo ha det­to Oscar Fari­net­ti, il deus ex machi­na di Eata­ly, in tv alla tra­smis­sio­ne Cir­co Mas­si­mo. Il ragio­na­men­to è cal­zan­te, le cifre indi­ca­te inve­ce no. Mil­le­cin­que­cen­to euro per tut­ti sareb­be uno slo­gan mol­to effi­ca­ce (spe­cie per chi gua­da­gna meno di quel­la cifra), ma — lo …

Sala­rio mini­mo sì, ma sen­za pren­de­re in giro chi lavo­ra Leg­gi altro »

Abbiamo fatto il Manifesto, ora dobbiamo fare i manifesti (e i manifestanti)

Vie­ni avan­ti, crea­ti­vo! Sono set­ti­ma­ne (mesi? Anni?) che si fa un gran discu­te­re sul­l’u­ni­tà a sin­si­tra. Uno degli argo­men­ti più uti­liz­za­ti, e a ragio­ne, è che si dovreb­be smet­ter­la di discu­te­re di nomi e di piat­ta­for­me, di sche­mi e di allean­ze, con­cen­tra­do­si piut­to­sto sul cosa pro­por­re al Pae­se. Sia­mo d’ac­cor­do. Per que­sto, dopo un lavoro …

Abbia­mo fat­to il Mani­fe­sto, ora dob­bia­mo fare i mani­fe­sti (e i mani­fe­stan­ti) Leg­gi altro »

Un Manifesto decisamente costituzionale

La lun­ga discus­sio­ne di saba­to scor­so a Mila­no sul Mani­fe­sto di Pos­si­bi­le è sta­ta per me un momen­to di gran­de sod­di­sfa­zio­ne anche come costi­tu­zio­na­li­sta. È un bel modo di festeg­gia­re gli ormai pros­si­mi settant’anni del­la nostra Costi­tu­zio­ne, in modo dav­ve­ro non mera­men­te ritua­le (come temo inve­ce che acca­drà in mol­te sedi).

Sinistra, Civati: inizia il tour per raccontare la lista unica

“Dopo aver tro­va­to l’in­te­sa tra par­ti­ti a sini­stra, cer­ti­fi­ca­ta ieri duran­te la pre­sen­ta­zio­ne del Mani­fe­sto di Pos­si­bi­le, è arri­va­to il momen­to di gira­re l’I­ta­lia per rac­con­ta­re il pro­get­to poli­ti­co. Ieri a Mila­no è sta­to un momen­to impor­tan­te per rea­liz­za­re l’u­ni­tà, ma non sia­mo arri­va­ti a del­le con­clu­sio­ni: è solo ini­zia­to un per­cor­so che ha l’am­bi­zio­ne …

Sini­stra, Civa­ti: ini­zia il tour per rac­con­ta­re la lista uni­ca Leg­gi altro »

Manifesto

Un lavo­ro che met­tia­mo a dispo­si­zio­ne di tut­ti, ma pro­prio tut­ti, non dei soli­ti par­ti­ti del­la sini­stra. Leg­ge­te­lo, cri­ti­ca­te­lo, miglio­ria­mo­lo assie­me, entria­mo anco­ra più nel det­ta­glio del­le pro­po­ste. Scri­ve­te­ci come sem­pre a [email protected].

Sinistra, Civati: Stop politicismo, 16 settembre Manifesto Possibile

“Inve­ce di par­la­re di Alfa­no, par­lia­mo di Ita­lia, del­le cose da fare per cam­biar­la. Un mani­fe­sto poli­ti­co che può esse­re la pas­sword per entra­re in una poli­ti­ca diver­sa. Trop­po poli­ti­ci­smo, anco­ra, trop­po poco slan­cio cul­tu­ra­le e poli­ti­co: biso­gna for­za­re il qua­dro poli­ti­co attua­le, non spo­sta­re i sopram­mo­bi­li”. Lo affer­ma il depu­ta­to e segre­ta­rio di Possibile, …

Sini­stra, Civa­ti: Stop poli­ti­ci­smo, 16 set­tem­bre Mani­fe­sto Pos­si­bi­le Leg­gi altro »