sinistra

#

23 Nov: Non bisogna fare partiti, bisogna fare politica

La nostra posizione, la posizione di Possibile, era piuttosto semplice, in fondo: le elezioni sono andate male, e la convivenza tra noi altrettanto, semplicemente non ci sono le condizioni per avviare un congresso, una fase costituente per fare un soggetto unico, perché se lo si avvierà non solo acuirà le nostre divisioni, ma ne provocherà addirittura di ulteriori. Siamo riusciti a costituire un gruppo in Parlamento, concentriamoci su quello e lavoriamo sulle proposte, sui contenuti, e poi casomai vedremo se quel lavoro darà frutti. Si è fatto esattamente il contrario.
#

08 Giu: L’impegno Cancellato

Ogni volta che scrivete «di questo non ne parla nessuno», ignorando chi invece ne parla, state facendo un pessimo servizio non certo a quella persona, ma a quell'argomento, di cui - anche grazie a voi - si continuerà a non parlare abbastanza. Però, vuoi mettere la soddisfazione?
#

27 Mar: Uniti sì, ma non servi

Non ci vuole un indovino per prevedere che se il partito nascerà velocemente, come auspicano alcuni illustri esponenti, e quindi con la stessa fretta con cui è nata la lista, andremo a sbattere probabilmente ancora più forte.
#

18 Nov: Una nuova proposta: verso l’assemblea nazionale

Mai come in questi giorni le basi si stanno confrontando, mai come in questi giorni chi partecipa si dimentica dei leader e inizia a parlare di temi, mai come in questi giorni vedo essersi attivate persone che fino ad oggi erano rimaste timidamente in panchina
#

18 Nov: Porte aperte alla sinistra

Le porte sono apertissime, come nella nota pubblicità, con un’unica pregiudiziale, che sembra banale ma i fatti hanno dimostrato il contrario, cioè non avere preclusioni verso gli altri partecipanti e condividere il progetto.