Priorità alla Scuola: blocchiamo accorpamenti e riduzioni di organico

Sono in vigore infatti, come ogni anno, le indicazioni sugli organici e sulla formazione delle classi emanate prima del Covid, che quindi non tengono conto delle necessità derivanti dalla pandemia. Occorre un’ordinanza che le riveda secondo le necessità di distanziamento indicate dallo stesso ministero perché , paradossalmente, si sta procedendo ad accorpare alcune classi poco numerose piuttosto che tenerle così, cioè coi numeri adeguati alle necessità attuali.

Ci giun­go­no noti­zie di accor­pa­men­ti di clas­si e con­se­guen­ti ridu­zio­ni di orga­ni­co dei docen­ti in spe­cial modo dal­la Tosca­na, ma anche da Ber­ga­mo e For­lì, per gli effet­ti del calo demo­gra­fi­co. Sono in vigo­re infat­ti, come ogni anno, le indi­ca­zio­ni sugli orga­ni­ci e sul­la for­ma­zio­ne del­le clas­si ema­na­te pri­ma del Covid, che quin­di non ten­go­no con­to del­le neces­si­tà deri­van­ti dal­la pan­de­mia. Occor­re un’ordinanza che le rive­da secon­do le neces­si­tà di distan­zia­men­to indi­ca­te dal­lo stes­so mini­ste­ro per­ché , para­dos­sal­men­te, si sta pro­ce­den­do ad accor­pa­re alcu­ne clas­si poco nume­ro­se piut­to­sto che tener­le così, cioè coi nume­ri ade­gua­ti alle neces­si­tà attua­li. Que­sto, a cate­na, com­por­ta una ridu­zio­ne dell’organico: abbia­mo biso­gno di mol­ti più inse­gnan­ti ma a set­tem­bre le scuo­le ne avran­no meno, e con clas­si in alcu­ni casi più nume­ro­se. Anche per que­sto moti­vo la ria­per­tu­ra del­le scuo­le sem­bra un mirag­gio: come si farà fron­te a un’assenza improv­vi­sa di un inse­gnan­te, vista l’impossibilità di divi­de­re le clas­si a cau­sa del­le nor­me sul distan­zia­men­to? Cosa pen­sa di fare la Mini­stra Azzo­li­na per risol­ve­re que­sto pro­ble­ma? Per que­sto e altri moti­vi, il 25 giu­gno sare­mo nel­le piaz­ze in cui si svol­ge­rà la mani­fe­sta­zio­ne orga­niz­za­ta da Prio­ri­tà alla Scuo­la in 40 cit­tà italiane.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

AIUTACI a scrivere altri articoli come quello che hai appena letto con una donazione e con il 2x1000 nella dichiarazione dei redditi aggiungendo il codice S36 nell'apposito riquadro dedicato ai partiti politici.

Se ancora non la ricevi, puoi registrarti alla nostra newsletter.
Partecipa anche tu!

Ultimi articoli

Ci vediamo a Roma, il 23 e 24 ottobre, Largo Venue, con la nostra Scuola di Politica. Non abbiamo mai smesso di studiare, ma ora torniamo a farlo tutti e tutte insieme, di persona, finalmente.
Mentre sono sicura che si potrà fare a meno di benzina per qualche giorno (il benzinaio più vicino mi ha detto di riprovare lunedì o martedì), o dell’acqua sugli scaffali dei supermercati, o mangiare qualche verdura in meno per adesso, la situazione diventerà ancora più insostenibile per i diritti di chi lavora in questi settori e di conseguenza per l’intero paese, che, nel frattempo, raziona anche un dibattito profondo sull’impatto della Brexit.