Migranti, Maestri: Esposto alla Corte dei Conti, chiarire i costi degli spot di Salvini

#
“Abbiamo depositato un esposto alla Corte dei Conti per fare chiarezza su quanto siano costate all’erario le scellerate decisioni del governo. Sotto i diktat del ministro dell’Interno Salvini si sono verificati degli episodi che, molto probabilmente, hanno richiesto un esborso notevole alle casse dello Stato: l’ultimo dell’elenco è il caso della Diciotti, la nave bloccata a Catania”. Lo dichiara Andrea Maestri, esponente di Possibile, annunciando l’azione del suo partito con l’esposto alla Corte dei Conti sulla gestione delle politiche migratorie.
 
“All’attenzione della magistratura contabile – aggiunge Maestri – poniamo in particolare tre episodi: il primo, quello dell’Aquarius del 10 giugno, con l’accompagnamento al porto di Valencia dopo giorni in mare. Il secondo riguarda già la Diciotti, il 13 luglio, con lo sbarco a Trapani rinviato su disposizione del ministero dell’Interno. E l’ultimo, come già evidenziato, è quello che ancora non ha avuto soluzione, confermando l’inadeguatezza di questo esecutivo, in primis dei ministri Salvini e Toninelli. Che, oltre ad aver compiuto scelte contrarie ai diritti umani, possono aver arrecato un danno all’erario. Insomma, questi citati possono essere spot propagandistici molto costosi”. 
  • 48
  •  
  •  
  •  

AIUTACI a scrivere altri articoli come quello che hai appena letto con una donazione e con il 2x1000 nella dichiarazione dei redditi aggiungendo il codice S36 nell'apposito riquadro dedicato ai partiti politici.
Se ancora non la ricevi, puoi registrarti alla nostra newsletter. Partecipa anche tu!

Iscriviti alla newsletter di Possibile

Please wait

Post Correlati