Migranti, Civati: Armi e affari in Niger, Conte nella scia nel ‘cambianiente’

#

“I documenti secretati sulla missione in Niger sono stati resi noti, grazie all’impegno di Asgi, Associazione per gli Studi Giuridici sull’Immigrazione, e Cild, Coalizione Italiana per le Libertà e i Diritti civili. Gli atti ufficiali confermano quanto sospettavamo da tempo: la missione è un modo per favorire affari, soprattutto attraverso la vendita di armi, con la motivazione di voler fermare i flussi migratori. E dal governo Gentiloni al governo Conte non c’è stato alcun cambio di registro, sia nella trasparenza che nella sostanza, in perfetta linea con il ‘cambianiente’ di Lega e Movimento 5 Stelle”. Lo dichiara Giuseppe Civati, fondatore di Possibile, commentando i documenti resi pubblici da Asgi e Cild in merito alla missione in Niger.

 “L’Italia – aggiunge Civati – sta continuando ad attuare politiche pericolose sulla vendita di armi e sui rapporti con alcuni governi stranieri. La strategia di gestire i flussi migratori a colpi di affari per l’industria bellica è perdente: finisce per acuire tensioni e armare impropriamente gruppi che non sono controllabili, alimentando scontri”.

  • 47
  •  
  •  
  •  
  •  

AIUTACI a scrivere altri articoli come quello che hai appena letto con una donazione e con il 2x1000 nella dichiarazione dei redditi aggiungendo il codice S36 nell'apposito riquadro dedicato ai partiti politici.
Se ancora non la ricevi, puoi registrarti alla nostra newsletter. Partecipa anche tu!

Iscriviti alla newsletter di Possibile

Please wait

Post Correlati