Legittima difesa, Civati: legge per pochi casi, incentiva le pistole

Salvini fucile

“Una riforma per pochi casi che si chiudono quasi sempre con un’assoluzione. Addirittura in oltre il 90% dei procedimenti, secondo i dati ufficiali. La legittima difesa è quindi un’operazione pensata da Matteo Salvini, con il supporto di tutte le destre e il silenzio imbarazzato dei 5 Stelle, con un solo scopo: favorire la vendita di armi per far ricambiare il sostegno alla lobby che ha supportato la Lega. Perché il messaggio lanciato da questo provvedimento è chiaro: incentiva i cittadini a comprare una pistola. E più pistole significa più pericoli per i cittadini, quindi meno sicurezza”. Lo dichiara Giuseppe Civati, fondatore di Possibile, sulla riforma della legittima difesa in esame dell’Aula alla Camera.

“Ed è anche necessario – aggiunge Civati – che siano ricordate le vittime di armi da fuoco legalmente detenute, che sono decine all’anno. Quasi venti dall’inizio dell’anno. Mentre non si segnalano casi di legittima difesa. Basta questa osservazione per capire quale sarebbe la vera priorità: diminuire le armi in circolazione“.

AIUTACI a scrivere altri articoli come quello che hai appena letto con una donazione e con il 2x1000 nella dichiarazione dei redditi aggiungendo il codice S36 nell'apposito riquadro dedicato ai partiti politici.
Se ancora non la ricevi, puoi registrarti alla nostra newsletter. Partecipa anche tu!