Ilva, Civati-Pastorino: Scuole chiuse per inquinamento? Grave

Mentre il governo fa il gioco delle parti con il nuovo acquirente l'Am Investco, le famiglie che vivono nelle zone limitrofi allo stabilimento continuano a vivere una situazione drammatica. Basta una giornata di vento per far chiudere le scuole a causa dell'inquinamento.
#

“La situazione dell’Ilva di Taranto continua a essere inaccettabile: un problema gravissimo che le Istituzioni trattano con sufficienza. Mentre il governo fa il gioco delle parti con il nuovo acquirente l’Am Investco, le famiglie che vivono nelle zone limitrofi allo stabilimento continuano a vivere una situazione drammatica. Basta una giornata di vento per far chiudere le scuole a causa dell’inquinamento. Del resto in passato gli abitanti del quartiere Tamburi sono stati costretti a rinserrarsi in casa per evitare che entrassero le polveri inquinanti”. È quanto dichiarano il deputato e segretario di Possibile, Pippo Civati, e il parlamentare dello stesso partito Luca Pastorino, denunciando la situazione del’Ilva.

“Vorremmo sapere – aggiungono i due esponenti di Possibile – come sono stati spesi i fondi per la bonifica della zona, stanziati nel 2015. La questione dell’Ilva infatti non dovrebbe essere territorio di spot elettorali, ma va messa al centro di un’azione politica incisiva. Ricordando quali e quanti sono i problemi”.

  • 96
  •  
  •  
  •  
  •  

AIUTACI a scrivere altri articoli come quello che hai appena letto con una donazione e con il 2x1000 nella dichiarazione dei redditi aggiungendo il codice S36 nell'apposito riquadro dedicato ai partiti politici.
Se ancora non la ricevi, puoi registrarti alla nostra newsletter. Partecipa anche tu!

Iscriviti alla newsletter di Possibile

Please wait

Post Correlati