Auchan e la crisi degli ipermarket, nuvole nere anche in Francia

auchan

Da tempo il gruppo francese è in difficoltà, Auchan paga la grave (ed irreversibile) crisi, probabilmente collegata anche alla sua struttura prevalentemente orientata al modello Ipermarket (punti vendita oltre i 2500 mq.) ormai in declino. Non è stato in grado di affrontare le due sfide che trova nel mercato della GDO: la frammentazione del consumo di prodotti alimentari e una rete di ipermercati da reinventare.

Il passaggio da Auchan a Conad ha interessato oltre 100 punti vendita e circa 13mila lavoratori. L’azienda ha annunciato 3100 esuberi, con altri 2500 dai punti vendita già passati in Conad che però sono stati ‘congelati’ . Gli scioperi di fine ottobre e quello successivo del 23 dicembre non hanno portato un chiarimento sulle strategie aziendali.

Appena iniziato l’anno arriva dalla Francia una notizia che fa rabbrividire: non sono bastate le dismissioni del gruppo all’estero, è attesa per il 14 gennaio la presentazione di un piano di ‘uscite volontarie’ per mille lavoratori. Il bilancio 2018 ha registrato una perdita netta per 1,145 miliardi : senza un progetto a breve-medio termine a rischiare il posto saranno tutti i restanti 50mila lavoratori di Auchan Retail France.

AIUTACI a scrivere altri articoli come quello che hai appena letto con una donazione e con il 2x1000 nella dichiarazione dei redditi aggiungendo il codice S36 nell'apposito riquadro dedicato ai partiti politici.
Se ancora non la ricevi, puoi registrarti alla nostra newsletter. Partecipa anche tu!

Post Correlati