Armi, Civati: Grave presenza di ordigni nucleari nelle nostre basi, Pinotti chiarisca

Negli anni della grande crisi economica, dei sacrifici richiesti agli italiani, la spesa militare non ha conosciuto freni: è aumentata indipendentemente dai governi che si sono succeduti. Un aumento complessivo dell'88%.
yemen bombe

“Negli anni della grande crisi economica, dei sacrifici richiesti agli italiani, la spesa militare non ha conosciuto freni: è aumentata indipendentemente dai governi che si sono succeduti. Un aumento complessivo dell’88%. Come se non bastasse emerge un aspetto addirittura più inquietante: la possibile presenza di ordigni nucleari nelle nostre basi. Una questione che deve essere chiarita dalla ministra Pinotti”. Lo dichiara il segretario di Possibile, Pippo Civati, candidato di Liberi e Uguali alla Camera, commentando il rapporto Milex-Rete per il Disarmo sulle spese per il capitolo Difesa.

“Quindi – aggiunge il leader di Possibile – abbiamo anche individuato come possiamo reperire le risorse da destinare alle politiche sociali e ambientali: tagliando la spesa militare e intervenendo su qualsiasi forma di spreco come gli ‘scivoli d’oro’ agli alti ufficiali. Del resto, è bene ricordare, che la Costituzione italiana prevede il ripudio della guerra“.

AIUTACI a scrivere altri articoli come quello che hai appena letto con una donazione e con il 2x1000 nella dichiarazione dei redditi aggiungendo il codice S36 nell'apposito riquadro dedicato ai partiti politici.
Se ancora non la ricevi, puoi registrarti alla nostra newsletter. Partecipa anche tu!

Post Correlati