Una pizza per Vicofaro #abbracciodipizza

#

Sabato 20 ottobre, un blitz degno della cattura di Totò Riina ha invaso la “Pizzeria del Rifugiato” e scosso la parrocchia di Vicofaro.
Un centinaio di carabinieri, vigili del fuoco, municipale e guardia di finanza ha identificato tutti i pericolosi parrocchiani intenti a mangiare pizze insieme ai rifugiati.

Sì, un centinaio: mancava solo l’esercito.
Nessuna violazione contestata.

“Solo” un atto intimidatorio in perfetto stile autoritario, che adesso va tanto di moda.
Evidentemente il modello repressivo sperimentato a Riace sta facendo scuola.
Abbiamo subito espresso la nostra solidarietà a Don Biancalani, alla parrocchia e a tutti i ragazzi accolti, ma vorremo fare di più e lanciamo questo appello per questa sera, lunedì 22 ottobre:

#ABBRACCIODIPIZZA

Possibile richiama tutti i cittadini solidali (e buongustai) questa sera, lunedì 22 ottobre, a mangiare una pizza in compagnia, a casa o in pizzeria, per manifestare solidarietà a Don Massimo Biancalani e alla comunità accogliente di Vicofaro, inondando la rete di immagini e parole in difesa dei diritti umani di tutte e di tutti.

Nella pizza che proponiamo di rendere social ci sono due ingredienti: la denuncia delle politiche di governo, il prosieguo di quanto Possibile sta facendo da mesi – e la solidarietà fattiva verso la comunità di Vicofaro, in termini economici e legali. Il blitz di sabato è stato infatti l’esempio di come il metodo repressivo adottato a Riace stia facendo scuola. Perché Don Biancalani è un altro modello di integrazione e buona accoglienza: in questo momento è visto come un pericolo per chi, come Matteo Salvini, ha costruito il proprio consenso sulla paura

 

Buon appetito e buona solidarietà a tutti, con l’hastag #abbracciodipizza.

 

  • 32
  •  
  •  
  •  

AIUTACI a scrivere altri articoli come quello che hai appena letto con una donazione e con il 2x1000 nella dichiarazione dei redditi aggiungendo il codice S36 nell'apposito riquadro dedicato ai partiti politici.
Se ancora non la ricevi, puoi registrarti alla nostra newsletter. Partecipa anche tu!

Iscriviti alla newsletter di Possibile

Please wait

Post Correlati