Un nuovo mondo (=) Politicamp 2015: vuoi partecipare anche tu?

11542108_474301556079287_8370699620800419433_n

Come abbia­mo anti­ci­pa­to nei gior­ni scor­si, il Poli­ti­camp di que­st’an­no pro­va a rispon­de­re a due esi­gen­ze: quel­lo di par­la­re di inno­va­zio­ne, dan­do spa­zio alle espe­rien­ze e alle idee, e quel­lo di atti­va­re la par­te­ci­pa­zio­ne.

Per que­sta ragio­ne, dal pome­rig­gio del vener­dì e poi anco­ra al saba­to nel­lo spa­zio inter­no del­la Limo­na­ia di Vil­la Stroz­zi a Firen­ze, che ci ospi­te­rà fino dal 17 al 19 luglio, si svol­ge­ran­no alcu­ni tavo­li tema­ti­ci, coor­di­na­ti da mem­bri del Comi­ta­to Scien­ti­fi­co di Pos­si­bi­le (e non solo) e dedi­ca­ti ad alcu­ne del­le cam­pa­gne su cui ci sia­mo impe­gna­ti in que­sti mesi, a par­ti­re dal­le nostre pro­po­ste refe­ren­da­rie. Nel men­tre, sul pal­co si alter­ne­ran­no inter­ven­ti e testi­mo­nian­ze di esper­ti e per­so­na­li­tà note, ma non fini­sce qui.

La gran­de novi­tà di que­st’an­no, infat­ti, è la pos­si­bi­li­tà per ogni per­so­na che ver­rà al Poli­ti­camp di pro­por­re un inter­ven­to. Baste­rà scri­ve­re pre­ven­ti­va­men­te, a par­ti­re da oggi, a:

[email protected]

Indi­can­do il pro­prio nome e cogno­me, un nume­ro di cel­lu­la­re (fon­da­men­ta­le per poter esse­re even­tual­men­te con­tat­ta­ti dal­l’or­ga­niz­za­zio­ne), e l’ar­go­men­to sul qua­le si desi­de­ra inter­ve­ni­re tra quel­li che fan­no par­te del programma:
Inno­va­zio­ne sociale
Con­ver­sio­ne ecologica
Impre­sa e lavoro
Inda­gi­ne al Sud
Gre­cia, Europa
Demo­cra­zia e sviluppo

Man­da­te­ci due righe per rac­con­tar­ci chi sie­te e una trac­cia del­l’in­ter­ven­to che vor­re­ste fare (al mas­si­mo una pagi­na, cin­que minu­ti), seguen­do que­ste sem­pli­ci regole:
cer­chia­mo idee, espe­rien­ze per­so­na­li, buo­ne pra­ti­che, testi­mo­nian­ze, com­pe­ten­ze: i con­tri­bu­ti di que­sto tipo, pro­ve­nien­ti dai mon­di del lavo­ro, del­l’im­pre­sa, del­la ricer­ca, del­la cul­tu­ra, del­la buo­na poli­ti­ca, avran­no sicu­ra­men­te un’al­ta pro­ba­bi­li­tà di esse­re inse­ri­ti nel programma
no alla poli­ti­ca che par­la del­la poli­ti­ca, alla pura lamen­te­la, all’e­ter­no dibat­ti­to sul­la sini­stra ita­lia­na: ci inte­res­sa mol­to di più par­la­re del­le cose da fare, con­cre­ta­men­te, insie­me, per cam­bia­re que­sto paese.

Scri­ve­te­ci nume­ro­si, leg­ge­re­mo tut­te le vostre email e vi con­tat­te­re­mo se la vostra pro­po­sta di inter­ven­to sarà inse­ri­ta nel pro­gram­ma (ovvia­men­te, è fon­da­men­ta­le esse­re pre­sen­ti alla Limo­na­ia per la dura­ta del Politicamp).

Se anco­ra non l’a­ve­te fat­to, qui pote­te infor­mar­vi su come arri­va­re e dove dor­mi­re, qui inve­ce tro­va­te l’e­ven­to Face­book a cui iscri­ver­vi, men­tre infi­ne a que­sto link pote­te effet­tua­re una dona­zio­ne con la qua­le aiu­tar­ci a copri­re le spe­se orga­niz­za­ti­ve del Politicamp.

Aspet­tia­mo vostre notizie.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

AIUTACI a scrivere altri articoli come quello che hai appena letto con una donazione e con il 2x1000 nella dichiarazione dei redditi aggiungendo il codice S36 nell'apposito riquadro dedicato ai partiti politici.

Se ancora non la ricevi, puoi registrarti alla nostra newsletter.
Partecipa anche tu!

Ultimi articoli

L’unica soluzione possibile è ampliare gli organici, di giudici e cancellieri, senza toppe messe male come gli assistenti mal pagati dell’Ufficio del Giudice oppure il ricorso sistematico a magistrati precari, che hanno funzioni e doveri uguali ai togati, eccetto che per compensi e diritti.
Lo ha detto il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella: "La vaccinazione è un dovere morale e civico. La libertà è condizione irrinunciabile ma chi limita oggi la nostra libertà è il virus, non gli strumenti e le regole per sconfiggerlo".
Per il oltre il 5% della popolazione italiana l’accesso a scuola, lavoro, vita sociale, affettività, sessualità può essere precluso da ostacoli più o meno concreti che vanno dalle barriere architettoniche all’inadeguatezza delle norme che, anche quando presenti spesso non vengono rispettate e a quello più insidioso: la discriminazione.