Politicamp 2015

11229572_10203272949825055_1405163466076911964_o (1)

Abbiamo iniziato nel 2010 ad Albinea, un piccolo comune in provincia di Reggio Emilia, con un campeggio – da qui il nome – perché ci sembrava un bel messaggio, rispetto ai rituali dei grandi e pomposi convegni e delle scenografie immaginifiche.
Ci siamo rivisti ogni anno, a metà luglio, ogni anno sempre più numerosi, e ci siamo spostati – sempre in mezzo al verde, mantenendo lo spirito originario del nostro primo campeggio – prima a Reggio, e poi a Livorno, un anno fa, quando abbiamo lanciato Possibile come luogo di dialogo trasversale alla sinistra italiana e alla società.
Quest’anno stiamo facendo un passo ulteriore, trasformandoci da qui al mese di ottobre in un soggetto politico a tutti gli effetti, con una comunità di iscritti e fondatori uniti dalla voglia di affrontare il percorso che insieme ci porterà a definirci e a darci quegli strumenti di partecipazione e di azione che altrove non abbiamo trovato.
  •  
  •  
  •  
  •  

% Commenti (6)

[…] abbiamo anticipato nei giorni scorsi, il Politicamp di quest’anno prova a rispondere a due esigenze: quello di parlare di innovazione, dando […]

[…] Questa prima fase costituente si concluderà ad ottobre con il congresso in cui sarà definito il programma a partire dal Patto Repubblicano e sarà definito lo statuto che dovrà essere esigibile e basato sull’uguaglianza. E la campagna di tesseramento, ormai in pieno svolgimento, rende possibile la partecipazione, alla pari, a questo percorso. Una prima sfida con cui cimentarsi a livello nazionale è rappresentata dai referendum proposti da Civati per modificare  i provvedimenti che questo governo ha emenato, contraddicendo il programma ed il conseguente  mandato elettorale ricevuto dal Partito Democratico. La battaglia referendaria restituisce ai cittadini la possibilità di esprimersi e non può essere rimandata. Durante la discussione si è spaziato su molteplici temi che vanno dai diritti, ai beni comuni, alle energie rinnovabili. Sui diversi temi a Roma sono già stati registrati alcuni comitati e altri sono in fase di costituzione. Di particolare importanza è il tema dell’integrazione al di là delle due delibere di iniziativa popolare (per il superamento dei campi rom e per un nuovo modello di centro di accoglienza per i rifugiati) che Possibile insieme ad altri soggetti ha presentato e su cui stiamo raccogliendo le firme. I testi integrali delle delibere e una loro versione sintetica si trovano sul sito accogliamoci.it. Il prossimo importante appuntamento sarà il Politicamp che si terrà a Firenze dal 17 al 19 luglio. Maggiori dettagli sul programma e sugli aspetti logistici si trovano qui: www.possibile.com/politicamp-2015. […]

[…] appena depositato in Cassazione i quesiti referendari, che presenteremo nuovamente al PolitiCamp che inizia domani e terminerà domenica a […]

[…] Politicamp, che l'anno scorso ha avuto luogo a Livorno, quest'anno si svolge a Firenze: il 17, 18 e 19 luglio. Alla Limonaia di Villa Strozzi, attivisti e simpatizzanti prenderanno parte a 11 tavoli tematici: dal reddito minimo, alla cannabis legale, dall'immigrazione alla scuola. Oggi ci sarà anche una conferenza sul futuro dell'Europa, dove interverrà tra gli altri Sergio Cofferati. Noi la consideriamo molto interessante, anche per capire quale saranno le posizioni alla sinistra del Pd dopo quello che accaduto in Grecia. Tanto più che proprio ieri, su Il Manifesto, Stefano Fassina ha definito apertamente l'euro "un errore". […]

[…] chi non ha seguito Possibile​ in questi mesi e per chi non ha partecipato al Politicamp 2015​, è giusto ricordare quali sono gli 8 quesiti referendari che faremo girare in ogni angolo […]

[…] del Politicamp 2015 di Firenze si è appena conclusa ed ha potuto contare nella partecipazione attiva degli […]

I Commenti sono chiusi.