TAV, Civati: «Perché la maggioranza non ammette che l’opera non è strategica? Nemmeno Renzi la voleva»

Perché la maggioranza non ammette che l’opera non è sostenibile, non è strategica, non è congruente con la situazione economica del nostro Paese? Lo stesso Renzi dichiarò nel 2014 che lui non avrebbe realizzato la Tav. Sappiamo che si è smentito su quasi tutti gli impegni che ha preso, ma ci chiediamo perché la maggioranza non voglia prendere atto di un giudizio condiviso da moltissimi, anche da chi non era inizialmente contrario al Tav e che viene confermato anche da enti super partes come la Corte dei Conti francese che ha espresso parere negativo lo scorso settembre.

Giuseppe Civati

  •  
  •  
  •  
  •  

AIUTACI a scrivere altri articoli come quello che hai appena letto con una donazione e con il 2x1000 nella dichiarazione dei redditi aggiungendo il codice S36 nell'apposito riquadro dedicato ai partiti politici.
Se ancora non la ricevi, puoi registrarti alla nostra newsletter. Partecipa anche tu!

Iscriviti alla newsletter di Possibile

Please wait