liberi e uguali

#

23 Nov: Non bisogna fare partiti, bisogna fare politica

La nostra posizione, la posizione di Possibile, era piuttosto semplice, in fondo: le elezioni sono andate male, e la convivenza tra noi altrettanto, semplicemente non ci sono le condizioni per avviare un congresso, una fase costituente per fare un soggetto unico, perché se lo si avvierà non solo acuirà le nostre divisioni, ma ne provocherà addirittura di ulteriori. Siamo riusciti a costituire un gruppo in Parlamento, concentriamoci su quello e lavoriamo sulle proposte, sui contenuti, e poi casomai vedremo se quel lavoro darà frutti. Si è fatto esattamente il contrario.
#

27 Mar: Uniti sì, ma non servi

Non ci vuole un indovino per prevedere che se il partito nascerà velocemente, come auspicano alcuni illustri esponenti, e quindi con la stessa fretta con cui è nata la lista, andremo a sbattere probabilmente ancora più forte.
#

21 Feb: In risposta a Francesco Costa

Vorrebbe votare la sinistra vera ma secondo lui non c'è, quindi si lancia in una critica di Liberi e Uguali che sembra trascritta dalla campagna di Renzi delle primarie 2012 contro Bersani.
#

18 Gen: Anche basta

È per questo che esiste Liberi e Uguali, perché la maggior parte dei problemi del nostro paese viene da una iniqua distribuzione della ricchezza e il nostro compito è quello di rimediare a questa ingiustizia. Lo dico con rispetto e spirito di servizio: l’unico governo del presidente a cui lavoro è quello del presidente Grasso.
#

16 Gen: Noi pochi, noi felici pochi per i molti

Noi non barattiamo la nostra coerenza con un titolo di giornale in più, non facciamo promesse per mantenere noi stessi, non rinunciamo alla nostra felicità che viene esclusivamente dalla possibilità di poter dare al nostro Paese l’opportunità di cambiare veramente.