Si apre uno spiraglio nella crisi della Melegatti

Si apre uno spiraglio per la Melegatti, dopo che nelle scorse settimane la crisi aziendale aveva raggiunto il suo apice, con il rischio serissimo di non vedere il Pandoro Melegatti sulle nostre tavole e, quindi, di vedere tanti lavoratori (oltre 250, che già non percepiscono lo stipendio da mesi) a casa.
#

Si apre uno spiraglio per la Melegatti, dopo che nelle scorse settimane la crisi aziendale aveva raggiunto il suo apice, con il rischio serissimo di non vedere il Pandoro Melegatti sulle nostre tavole e, quindi, di vedere tanti lavoratori (oltre 250, che già non percepiscono lo stipendio da mesi) a casa.

I soci hanno concordato un piano di ristrutturazione del debito finanziato grazie all’ingresso di un fondo di investimento che, da subito, permetterà di avviare una limitata produzione in vista del Natale con l’iniezione di sei milioni di euro, cui se ne aggiungeranno ulteriori dieci. «Il finanziatore mette risorse importanti – scrivono CGIL, CISL e UIL – per diventare di fatto il proprietario dell’azienda».

Ci auguriamo che la produzione natalizia, seppur residuale rispetto ai numeri cui è abituata Melegatti, vada a buon fine, e che soprattutto vada a buon fine la battaglia condotta dai lavoratori, che possano recuperare presto quanto loro dovuto oltre che piene garanzie per il futuro.

Grazie ai comitati di Possibile, che quotidianamente hanno seguito e stanno seguendo la crisi, stando al fianco dei lavoratori e tramite le istituzioni territoriali. Il 18 ottobre scorso, inoltre, abbiamo depositato un’interrogazione parlamentare sul tema ai ministri Poletti e Calenda: siamo ancora in attesa di una risposta.
  • 102
  •  
  •  
  •  

AIUTACI a scrivere altri articoli come quello che hai appena letto con una donazione e con il 2x1000 nella dichiarazione dei redditi aggiungendo il codice S36 nell'apposito riquadro dedicato ai partiti politici.
Se ancora non la ricevi, puoi registrarti alla nostra newsletter. Partecipa anche tu!

Iscriviti alla newsletter di Possibile

Please wait

Post Correlati