Riportando tutti a casa, in #casecomuni

La campagna #casecomuni vuole attuare una legge in vigenza circa l'utilizzo di immobili demaniali, per i quali si prevede che prima di procedere alla valorizzazione degli immobili stessi, i comuni debbano verificare la possibilità di utilizzo ai fini di ERP
#

Oggi vogliamo “riportare tutto a casa” recuperando case abbandonate e riportando a casa chi ha il pieno diritto di abitarle. Perché è Possibile, perché è legale, perché è equo.

La campagna #casecomuni di Possibile, Unione Inquilini e ACORN Italy vuole attuare una legge in vigenza, il comma 1 bis dell’articolo 26 D.L. 133/2014 circa l’utilizzo di immobili demaniali, per i quali si prevede che prima di procedere alla valorizzazione degli immobili stessi, i comuni debbano verificare la possibilità di utilizzo ai fini di ERP (edilizia residenziale pubblica) per destinarli ai più deboli, disagiati, diseguali, famiglie collocate nelle graduatorie e con sfratto per morosità, anche attraverso il recupero e l’autorecupero, in uno spirito possibile – e doveroso – di riutilizzo delle risorse immobiliari esistenti, a consumo di suolo zero, e a riduzione del disagio abitativo. Un uovo di Colombo, un nido in Comune.

Questo ‘potentissimo strumento’, così definito dal Direttore dell’Agenzia del Demanio dott. Reggi in un’audizione presso la commissione periferie alla Camera dei Deputati non molte ore dopo che alla Costituente delle Idee, nel panel “Tutti a Casa”, avevamo presentata questa possibilità, consente a chiunque di richiedere un bene dello Stato non utilizzato tramite una procedura che deve concludersi in 90 giorni, oltre un mese per la ratifica comunale.

Un nuovo step rispetto al federalismo demaniale che va di pari passo con una rinnovata e inedita volontà del demanio di agevolare un riuso e un autorecupero nel pieno solco e spirito del settimo articolo del nostro Patto Repubblicano.

Per consentire tutto questo, e accompagnare il processo, accompagnare le persone nelle proprie case nei propri comuni, lanciamo #casecomuni.

Nei prossimi mesi gireremo l’Italia, partendo da Roma a fine giugno e poi nelle realtà comunali dove ci chiamerete, portando un workshop itinerante e local dove:

  • Presenteremo la campagna #casecomuni
  • illustreremo come attuare il comma 1-bis
  • riassumeremo i risultati ottenuti nei comuni da noi battuti fino ad allora
  • porteremo ‘a domicilio’ un pre-censimento per la specifica realtà comunale dove si tiene l’evento, partendo da Open demanio e amministrazione trasparente.

E’ già possibile autorecuperare casa, i beni sono a disposizione, in comune, per darvi le chiavi stiamo solo aspettando una vostra chiamata.

Per qualsiasi informazione e per invitarci a portare al più presto il workshop #casecomuni e agevolare assieme la destinazione di case alle famiglie disagiate nel tuo Comune, scrivici a: [email protected]

  • 168
  •  
  •  
  •  
  •  

AIUTACI a scrivere altri articoli come quello che hai appena letto con una donazione e con il 2x1000 nella dichiarazione dei redditi aggiungendo il codice S36 nell'apposito riquadro dedicato ai partiti politici.
Se ancora non la ricevi, puoi registrarti alla nostra newsletter. Partecipa anche tu!

Iscriviti alla newsletter di Possibile

Please wait

Post Correlati