Possibile lgbti+ entra nella famiglia di ILGA World e Europe

Da oggi POSSIBILE LGBTI+ è membro ufficiale di ILGA WORLD, e, quindi, della sezione continentale EUROPE. Un passo in più per confermare la volontà di costruire, anche in Italia, una proposta ed un partito politico dichiaratamente LGBTIQ+, non solo a parole ma anche, e soprattutto, nei fatti.

Da quan­do ci sia­mo costi­tui­ti come par­ti­to, in quel cal­do e asso­la­to gior­no di ini­zio esta­te del 21 giu­gno 2015, i temi e le bat­ta­glie di ugua­glian­za e civil­tà del­la comu­ni­tà LGBTIQ+ sono diven­ta­ti cen­tra­li nel nostro Mani­fe­sto e nel­la nostra visio­ne di società.

In tut­ti que­sti anni il nostro impe­gno è sta­to costan­te e appas­sio­na­to sen­za retro­ce­de­re mai, sen­za accet­ta­re com­pro­mes­si o media­zio­ni, ma, anzi, pun­tan­do sem­pre avan­ti gli obiettivi.

Per que­sto dal 2018 abbia­mo deci­so di segui­re l’esempio degli altri par­ti­ti pro­gres­si­sti, eco­lo­gi­sti e fem­mi­ni­sti euro­pei costi­tuen­do POSSIBILE LGBTI,  una cam­pa­gna tema­ti­ca per­ma­nen­te del par­ti­to tut­ta incen­tra­ta sui temi del­la comu­ni­tà e del movi­men­to con una chia­ra linea inter­se­zio­na­le e inter­na­zio­na­le capa­ce di rap­pre­sen­ta­re non solo uno sti­mo­lo costan­te per Pos­si­bi­le ma anche un luo­go aper­to, acco­glien­te ed inclu­si­vo, per tut­te, tut­ti, tut­tǝ. Ad oggi, per esem­pio, sia­mo l’unico par­ti­to ita­lia­no che per­met­te l’utilizzo del­la pro­pria iden­ti­tà alias una vol­ta effet­tua­to il tes­se­ra­men­to.

                                                                                  

Negli ulti­mi mesi e anni, la bat­ta­glia per l’uguaglianza LGBTIQ+ è diven­ta­ta quan­to più una sfi­da che supe­ra i con­fi­ni loca­li e nazio­na­li assu­men­do i con­tor­ni di una lot­ta inter­na­zio­na­le ed euro­pea. Ci sia­mo schie­ra­ti a soste­gno del­le sorel­le e dei fra­tel­li LGBTIQ+ polac­chi e unghe­re­si, nel­la richie­sta di rispet­to del­la pro­pria digni­tà da par­te di Gover­ni che inten­do­no can­cel­la­re le loro iden­ti­tà, ci sia­mo espo­sti por­tan­do in Ita­lia bat­ta­glie ora­mai ampia­men­te dif­fu­se all’estero, come quel­la per una leg­ge con­tro le tera­pie di conversione.

Abbia­mo soste­nu­to le mobi­li­ta­zio­ni dell’Intergruppo LGBTI al Par­la­men­to Euro­peo a favo­re del­le varie riso­lu­zio­ni e sia­mo pron­ti a impa­ra­re e fare rete con altre real­tà inter­na­zio­na­li per le bat­ta­glie che rite­nia­mo cen­tra­li. Un esem­pio su tut­te quel­lo del­la Ley Trans spa­gno­la che rap­pre­sen­ta, ad oggi, la pro­po­sta pro­ba­bil­men­te più avan­za­ta di leg­ge sull’autodeterminazione del­le per­so­ne trans*. Sia­mo entra­ti in con­tat­to con Pla­ta­for­ma Trans, la rete di coor­di­na­men­to del­le asso­cia­zio­ni spa­gno­le che sta lot­tan­do quo­ti­dia­na­men­te per l’approvazione del­la leg­ge e che incon­tre­re­mo nel­le pros­si­me settimane.

Allo stes­so modo, gra­zie anche ai nostri comi­ta­ti este­ri ed euro­pei, stia­mo inten­si­fi­can­do le richie­ste di con­tat­to e con­fron­to con grup­pi poli­ti­ci LGBTIQ+ come il nostro.

Può sem­bra­re già tan­to ma per noi man­ca­va un tas­sel­lo impor­tan­te. Per que­sto abbia­mo fat­to richie­sta per la mem­ber­ship a ILGA WORLD, l’organizzazione ombrel­lo inter­na­zio­na­le che uni­sce in tut­to il mon­do asso­cia­zio­ni e real­tà che si occu­pa­no di temi LGBTIQ+.

Sia­mo feli­cǝ di aver rice­vu­to esi­to posi­ti­vo alla nostra richiesta.

Da oggi POSSIBILE LGBTI+ è mem­bro uffi­cia­le di ILGA WORLD, e, quin­di, del­la sezio­ne con­ti­nen­ta­le EUROPE.

Un pas­so in più per con­fer­ma­re la volon­tà di costrui­re, anche in Ita­lia, una pro­po­sta ed un par­ti­to poli­ti­co dichia­ra­ta­men­te LGBTIQ+, non solo a paro­le ma anche, e soprat­tut­to, nei fatti.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

AIUTACI a scrivere altri articoli come quello che hai appena letto con una donazione e con il 2x1000 nella dichiarazione dei redditi aggiungendo il codice S36 nell'apposito riquadro dedicato ai partiti politici.

Se ancora non la ricevi, puoi registrarti alla nostra newsletter.
Partecipa anche tu!

Ultimi articoli

La cannabis riguarda 5 milioni di consumatori, secondo alcuni addirittura 6, molti dei quali sono consumatori di lungo corso che ne fanno un uso molto consapevole, non pericoloso per la società. Preparate lo SPID! Sarà una campagna brevissima, difficile, per cui servirà tutto il vostro aiuto. Ma si può fare. Ed è giusto provarci.
La crisi delle precipitazioni, così come l’aumento di fenomeni temporaleschi più violenti in termini di quantità di acqua e tempi più ristretti e l’innalzamento della quota dello zero termico ci devono spingere, se non costringere, a cambiare radicalmente il nostro approccio al sistema “montagna”. E questo impone anche un cambio drastico nella gestione del territorio anche dal punto di vista delle infrastrutture viabilistiche e sciistiche.
Come illustrato da Legambiente, le spiagge libere in Toscana e in particolare di quelle delle province di Lucca e Massa Carrara sono praticamente assenti: così nella regione (come in altre parti d'Italia) si consuma una grave privazione di un bene pubblico e un forte stress ambientale.