Per noi è NO (Bologna, sabato 19): il vero X‑Factor è lo spirito costituente

Man­ca­no pochi gior­ni a “Per noi è NO”, l’evento che dal­le 10:30 del 19 novem­bre ci vedrà all’Estra­gon di Bolo­gna per espor­re tut­te le ragio­ni del nostro no al refe­ren­dum costi­tu­zio­na­le e mol­to altro.

Quan­do, infat­ti, tra­sfor­mi un refe­ren­dum costi­tu­zio­na­le in un talent, in cui chia­mi l’Italia al giu­di­zio supre­mo su di te, non puoi stu­pir­ti se poi in mol­ti tra i tuoi con­cit­ta­di­ni, un po’ come i giu­di­ci di X‑Factor, ti diran­no: per noi è no!

Ed è per denun­cia­re (con un po’ di sana iro­nia) que­sto sche­ma mes­so in cam­po in que­sti mesi dal pre­mier che abbia­mo scel­to, sin dal lan­cio del­la nostra cam­pa­gna lo scor­so mag­gio, di rap­pre­sen­ta­re pla­sti­ca­men­te la nostra rispo­sta all’approccio da talent show adot­ta­to da Mat­teo Ren­zi nei con­fron­ti del­la sua rifor­ma costi­tu­zio­na­le (e non solo). Il nostro giu­di­zio sul­la rifor­ma è stret­ta­men­te lega­to al meri­to, con un’analisi pre­ci­sa e un’informazione pun­tua­le che abbia­mo por­ta­to avan­ti duran­te tut­to il nostro Tour RiCo­sti­tuen­te e che abbia­mo dif­fu­so su possibile.com e sul sito dedi­ca­to alla cam­pa­gna refe­ren­da­ria, iovoto.no. Pro­prio in vir­tù del­la serie­tà con cui abbia­mo affron­ta­to i temi dav­ve­ro impor­tan­ti di que­sta cam­pa­gna, ci per­met­tia­mo qual­che momen­to di leg­ge­rez­za nel giu­di­zio sul­lo spet­ta­co­lo offer­to dagli espo­nen­ti del­la mag­gio­ran­za di gover­no duran­te que­sta campagna.

Pro­prio a Bolo­gna, per­ciò, acco­glie­re­mo la sfi­da del talent lan­cia­ta dal pre­mier. Vedre­mo, infat­ti, i nostri “giu­di­ci” sedu­ti al tavo­lo di X‑Factor dare il loro auto­re­vo­le e impie­to­so giu­di­zio alle più impro­ba­bi­li per­for­man­ce dei soste­ni­to­ri del sì, men­tre vedre­mo alter­nar­si sul pal­co, pre­sen­ta­ti dal nostro mat­ta­to­re Giu­lio Caval­li, le miglio­ri ragio­ni di quan­ti nel cam­po pro­gres­si­sta han­no scel­to come noi di dire NO.

Intro­dot­ti da Elly Schlein e Sil­via Pro­di, oltre a Giu­sep­pe Civa­ti inter­ver­ran­no Gio­van­ni Maria Flick, Gian­fran­co Pasqui­no, Car­me­la Sala­zar, Bar­ba­ra Ran­daz­zo, Mau­ri­zio Viro­li e Rober­to Zac­ca­ria, coor­di­na­ti come sem­pre dal nostro Andrea Per­ti­ci.

Nell’arco del­la gior­na­ta non man­che­rà una testi­mo­nian­za dal­le zone ter­re­mo­ta­te del cen­tro Italia.

Per aiu­tar­ci a orga­niz­za­re meglio la gior­na­ta, regi­stra­ti qui

Per arri­va­re:
Estra­gon si tro­va all’interno di Par­co Nord, a Bolo­gna. A fian­co del­la tan­gen­zia­le di bolo­gna, usci­ta 7bis. All’esterno del Club vi è un ampio par­cheg­gio all’interno del parco.

Dal­la sta­zio­ne di Bolo­gna Cen­tra­le si può rag­giun­ge­re Par­co Nord con la linea 25, dire­zio­ne Doz­za. La fer­ma­ta è “Par­cheg­gio Par­co Nord”. Sce­si dall’autobus si deve pro­se­gui­re a pie­di per cir­ca 500mt all’interno del par­co per rag­giun­ge­re Estragon.
http://www.estragon.it/it/contacts/

Per age­vo­la­re l’arrivo per chi rag­giun­ger Bolo­gna con Tre­no o Aereo abbia­mo pre­vi­sto un ser­vi­zio navet­ta. Per orga­niz­za­re al meglio i viag­gi vi chie­dia­mo di com­pi­la­re la pre-iscri­zio­ne all’evento e indi­ca­re dove richie­sto luo­go e ora­rio di arri­vo a que­sto link: https://www.eventbrite.it/e/­bi­gliet­ti-per-noi-e-no-estra­gon-29325199461

Pran­zo
A cura dei volon­ta­ri di Pos­si­bi­le sarà mes­so a dispo­si­zio­ne dei par­te­ci­pan­ti un ser­vi­zio cate­ring per la pau­sa pran­zo. Un piat­to velo­ce, buo­no e eco­no­mi­co. Il menù ver­rà pub­bli­ca­to a bre­ve, essen­do in via di defi­ni­zio­ne, ma sarà a pro­va di onni­vo­ri, vege­ta­ria­ni e intol­le­ran­ti al glutine.
Il ser­vi­zio bar sarà a cura di Estra­gon e sarà a dispo­si­zio­ne per tut­ta la dura­ta dell’evento.

Mer­chan­di­sing
Sarà pre­sen­te un pun­to mer­chan­di­sing dove potre­te tro­va­re tut­ti i nostri gad­get e mate­ria­li per la cam­pa­gna elet­to­ra­le refe­ren­da­ria. Si pos­so­no anche già pre­no­ta­re e riti­ra­re in loco, rispar­mian­do così la spe­di­zio­ne, dal sito http://www.possibile.com/gadget/

Spa­zio Bimbi
In una zona arre­tra­ta e più tran­quil­la, ma comun­que all’interno del loca­le, sarà pre­di­spo­sto una zona pre­si­dia­ta e attrez­za­ta per lo sva­go dei più pic­co­li con tap­pe­ti, colo­ri e tut­to il neces­sa­rio per far diver­ti­re i bim­bi e dare la pos­si­bi­li­tà ai geni­to­ri di par­te­ci­pa­re all’iniziativa più liberamente.

AIUTACI a scrivere altri articoli come quello che hai appena letto con una donazione e con il 2x1000 nella dichiarazione dei redditi aggiungendo il codice S36 nell'apposito riquadro dedicato ai partiti politici.

Se ancora non la ricevi, puoi registrarti alla nostra newsletter.
Partecipa anche tu!

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Il salario. Minimo, indispensabile. Una proposta di legge possibile.

Già nel 2018 Pos­si­bi­le ha pre­sen­ta­to una pro­po­sta di leg­ge sul sala­rio mini­mo. In quel­la pro­po­sta, l’introduzione di un sala­rio mini­mo lega­le, che rico­no­sces­se ai mini­mi tabel­la­ri un valo­re lega­le erga omnes quan­do que­sti fos­se­ro al di sopra del­la soglia sta­bi­li­ta, for­ni­va una inno­va­ti­va inter­pre­ta­zio­ne del­lo stru­men­to, sino a quel tem­po bloc­ca­to dal timo­re di ero­de­re pote­re con­trat­tua­le ai sin­da­ca­ti. Il testo del 2018 è sta­to riscrit­to e miglio­ra­to in alcu­ni dispo­si­ti­vi ed è pron­to per diven­ta­re una pro­po­sta di leg­ge di ini­zia­ti­va popolare.

500.000 firme per la cannabis: la politica si è piantata? Noi siamo per piantarla e mobilitarci.

500.000 fir­me per toglie­re risor­se e giro d’affari alle mafie, per garan­ti­re la qua­li­tà e la sicu­rez­za di cosa vie­ne ven­du­to e con­su­ma­to, per met­te­re la paro­la fine a una cri­mi­na­liz­za­zio­ne e a un proi­bi­zio­ni­smo che non han­no por­ta­to a nes­sun risul­ta­to. La can­na­bis non è una que­stio­ne secon­da­ria o risi­bi­le, ma un tema serio che riguar­da milio­ni di italiani.

Possibile per il Referendum sulla Cannabis

La can­na­bis riguar­da 5 milio­ni di con­su­ma­to­ri, secon­do alcu­ni addi­rit­tu­ra 6, mol­ti dei qua­li sono con­su­ma­to­ri di lun­go cor­so che ne fan­no un uso mol­to con­sa­pe­vo­le, non peri­co­lo­so per la società.
Pre­pa­ra­te lo SPID! Sarà una cam­pa­gna bre­vis­si­ma, dif­fi­ci­le, per cui ser­vi­rà tut­to il vostro aiu­to. Ma si può fare. Ed è giu­sto provarci.

Corridoi umanitari per chi fugge dall’Afghanistan, senza perdere tempo o fare propaganda

La prio­ri­tà deve esse­re met­te­re al sicu­ro le per­so­ne e non può esse­re mes­sa in discus­sio­ne da rim­pal­li tra pae­si euro­pei. Il dirit­to d’asilo è un dirit­to che in nes­sun caso può esse­re sot­to­po­sto a “vin­co­li quan­ti­ta­ti­vi”. Ser­vo­no cor­ri­doi uma­ni­ta­ri, e cioè vie d’accesso sicu­re, lega­li, tra­spa­ren­ti attra­ver­so cui eva­cua­re più per­so­ne possibili. 

Firenze, una cosa è certa: non si è trattato di un errore umano

Nel­l’at­te­sa di rice­ve­re noti­zie chia­re e cir­co­stan­zia­te sul­la dina­mi­ca di quan­to avve­nu­to in via Mari­ti a Firen­ze, una cosa si deve dire: non si è trat­ta­to di un erro­re umano.

E que­sto, nono­stan­te le insi­nua­zio­ni dei tito­li dei gior­na­li, arri­va­te appe­na pas­sa­to lo shock ini­zia­le, è neces­sa­rio dir­lo con chiarezza.

Vertice Italia-Africa: a chi serve?

Lune­dì 29 gen­na­io si è tenu­to a Roma, nell’aula del Sena­to, il ver­ti­ce “Ita­lia-Afri­ca. Un pon­te per una cre­sci­ta comu­ne”, per la pri­ma vol­ta “ele­va­to a ran­go di Ver­ti­ce di Capi di Sta­to e di Gover­no” come ha sot­to­li­nea­to Melo­ni. A chi e a cosa è servito?