Migranti, Maestri: Cassazione conferma incapacità Salvini su protezione umanitaria

#

La protezione umanitaria era la clausola sociale della legislazione migratoria e consentiva di riconoscere tutela e soggiorno a soggetti vulnerabili, per seri motivi radicati a livello costituzionale o internazionale. Averla abrogata è una barbarie, ma lo Stato di diritto è più forte della propaganda e dell’odio per decreto. Grazie all’intervento della Corte di Cassazione è stata acclarata l’irretroattività del decreto Salvini e la Costituzione torna a vincere davanti alle Commissioni territoriali e nelle aule di giustizia”. Lo dichiara Andrea Maestri della segreteria nazionale di Possibile, commentando i dati sulla protezione umanitaria.

“I numeri e le percentuali diffusi dallo stesso Viminale – aggiunge Maestri – certificano l’incapacità di Salvini che voleva fare il cattivo e si ritrova con un aumento dal 25% (prima del suo decreto) al 28% (dopo il suo decreto) di domande di protezione umanitaria accolte. Un dato che certifica l’importanza di quell’istituto giuridico e squalifica clamorosamente il ministro della paura”.

  •  
  •  
  •  
  •  

AIUTACI a scrivere altri articoli come quello che hai appena letto con una donazione e con il 2x1000 nella dichiarazione dei redditi aggiungendo il codice S36 nell'apposito riquadro dedicato ai partiti politici.
Se ancora non la ricevi, puoi registrarti alla nostra newsletter. Partecipa anche tu!

Iscriviti alla newsletter di Possibile

Please wait

Post Correlati