Migranti, Civati: Chiusura Cara Castelnuovo è esempio disumanità salviniana

#

“Lasciare le persone per strada, chiudere i percorsi di accoglienza finora sviluppati. L’obiettivo del disumano decreto Salvini è proprio questo: creare marginalità, distruggere ciò che funziona meglio, dimostrare l’impossibilità della convivenza per poi ottenere un vantaggio elettorale. Ma si tratta di un vantaggio effimero che devasta il tessuto sociale, la capacità di stare insieme all’interno di una comunità. Queste sono solo le conseguenze del livore, del razzismo, della cattiveria. E della stupidità“. Lo dichiara Giuseppe Civati, fondatore di Possibile, commentando la chiusura del Cara di Castelnuovo di Porto.

Possibile – aggiunge Civati – sarà presente alla marcia pacifica dei cittadini che raggiungerà il Cara. È una mobilitazione spontanea, di quelle che coinvolgono donne e uomini a testimonianza di un’Italia che non si arrende alla crudeltà dei respingimenti e dei blitz di chiusura dei centri accoglienza”.

  • 415
  •  
  •  
  •  

AIUTACI a scrivere altri articoli come quello che hai appena letto con una donazione e con il 2x1000 nella dichiarazione dei redditi aggiungendo il codice S36 nell'apposito riquadro dedicato ai partiti politici.
Se ancora non la ricevi, puoi registrarti alla nostra newsletter. Partecipa anche tu!

Iscriviti alla newsletter di Possibile

Please wait

Post Correlati