Europee, Brignone: Serve lista femminista, basta vecchi schemi

#

“La piazza di ieri è stata una sberla in faccia agli adulti. Non dobbiamo solo guardare il lato positivo, sarebbe sbagliato farlo. Bisogna intervenire, bisogna dare delle risposte nuove. Per questo alle Europee non basta una manciata di capilista donne per cambiare le cose. Siamo molto arrabbiate di fronte alle interviste tutte maschie degli ultimi giorni. Abbiamo deciso di dimostrare nei fatti quello che ci diciamo sempre: non aspettiamo che ci aprano le porte, apriamole noi, con una lista femminista, ecologista, progressista. Ne ho già parlato con Rossella Muroni, Laura Boldrini, Anna Falcone, Cecilia Strada ed Elly Schlein“. Lo dichiara la segretaria di Possibile, Beatrice Brignone, parlando all’assemblea in corso a Roma Eventi.

“Chiediamo di lasciare da parte veti e paletti alle forze con cui abbiamo dialogato – aggiunge Brignone – e da qui lancio una proposta che faccia saltare i soliti schemi. Siamo determinate ad andare avanti. Chiediamo alla sinistra di manifestarsi: chiediamo alle forze che hanno interloquito con noi di mettersi a disposizione. Questa volta alle Europee non facciamo l’analisi della sconfitta prima che arrivi: avanziamo una proposta nuova, che metta anche in moto comitati per la raccolta delle firme e dia il protagonismo alle donne, ai giovani. Vi chiedo solo pochi giorni per verificare questa disponibilità”.

  • 817
  •  
  •  
  •  
  •  

AIUTACI a scrivere altri articoli come quello che hai appena letto con una donazione e con il 2x1000 nella dichiarazione dei redditi aggiungendo il codice S36 nell'apposito riquadro dedicato ai partiti politici.
Se ancora non la ricevi, puoi registrarti alla nostra newsletter. Partecipa anche tu!

Iscriviti alla newsletter di Possibile

Please wait

Post Correlati