Dichiariamoci antifascisti: una lettura prima di ogni iniziativa pubblica

#

Un manifesto antifascista prima di ogni iniziativa pubblica.
Di fronte all’avanzata dell’onda nera che è sotto gli occhi di tutti, culminata con il gravissimo attentato di ieri, avanziamo anche noi, con una proposta pacifica e profondamente antifascista: che all’inizio di ogni evento pubblico, a partire da questa campagna elettorale, si legga un brano della letteratura partigiana e antifascista, e che ci si dichiari, che l’assemblea si dichiari antifascista.

Da tempo lavoriamo sulle parole che caratterizzano il nuovo vocabolario razzista, sessista e omofobo che, secondo un chiaro disegno culturale e politico, è entrato nella quotidianità dei nostri discorsi. Parole che vengono utilizzate come se fossero neutre, ma che in realtà nascondo il seme del fascismo.

Il nostro vocabolario sarà a breve anche in libreria, perché il lavoro che dobbiamo fare deve smarcarsi dalle strumentalizzazioni elettorali, ed essere prima culturale che politico.

 

Stefano Catone
Giuseppe Civati

  • 1.6K
  •  
  •  
  •  

AIUTACI a scrivere altri articoli come quello che hai appena letto con una donazione e con il 2x1000 nella dichiarazione dei redditi aggiungendo il codice S36 nell'apposito riquadro dedicato ai partiti politici.
Se ancora non la ricevi, puoi registrarti alla nostra newsletter. Partecipa anche tu!

Iscriviti alla newsletter di Possibile

Please wait

Post Correlati