Cittadinanza, Brignone: Solidarietà a Elizabeth, sospetto licenziamento per impegno politico

#

“Il solo pensiero di un licenziamento per l’attivismo politico è inaccettabile. Peraltro, in questo caso, è un impegno prima di tutto sociale, per il riconoscimento di diritti che dovrebbero essere assodati. La storia di Elizabeth Arquinigo è davvero preoccupante: è stata licenziata, senza alcuna motivazione ufficiale, facendo venire più di un sospetto sul fatto che questa decisione sia maturata dopo l’appello rivolto al ministro dell’Interno Salvini e la pubblicazione di un libro, ‘Lettera agli italiani come me’, sul tema della cittadinanza. A Elizabeth voglio far arrivare tutta la solidarietà della comunità di Possibile, con la promessa che le saremo al fianco in questa battaglia. Che è sua, ma anche dell’intero Paese”. Lo dichiara la segretaria di Possibile, Beatrice Brignone, parlando del caso della peruviana di 28 anni licenziata, senza alcuna motivazione ufficiale, dal lavoro di interprete in Questura, a Milano.

  • 28
  •  
  •  
  •  
  •  

AIUTACI a scrivere altri articoli come quello che hai appena letto con una donazione e con il 2x1000 nella dichiarazione dei redditi aggiungendo il codice S36 nell'apposito riquadro dedicato ai partiti politici.
Se ancora non la ricevi, puoi registrarti alla nostra newsletter. Partecipa anche tu!

Iscriviti alla newsletter di Possibile

Please wait

Post Correlati