Politica

Il nuovo articolo 67, ovvero della fine della rappresentanza

La sta­gio­ne isti­tu­zio­na­le che stia­mo viven­do da anni, e di cui ades­so si deli­nea­no meglio i con­tor­ni, è carat­te­riz­za­ta da una for­te muta­zio­ne mate­ria­le del­la for­ma di gover­no del­la nostra Repub­bli­ca. Que­sta è sem­pre meno “par­la­men­ta­re” e sem­pre più “gover­ni­sti­ca”, in cui chi detie­ne il pote­re ese­cu­ti­vo ha il domi­nio asso­lu­to del­la sce­na poli­ti­ca, mentre …

Il nuo­vo arti­co­lo 67, ovve­ro del­la fine del­la rap­pre­sen­tan­za Leg­gi altro »

Il brivido nei numeri di Poletti

Se erra­re è uma­no, cos’è per­se­ve­ra­re nel­l’er­ro­re? Gran­de rile­van­za sui gior­na­li per il nuo­vo comu­ni­ca­to del Mini­ste­ro del Lavo­ro con­te­nen­te l’ag­gior­na­men­to del­la dina­mi­ca dei con­trat­ti per il mese di Mar­zo. Nume­ri, anco­ra nume­ri, dif­fi­ci­li da deci­fra­re anche se meno del­la scor­sa vol­ta, quan­do il Mini­ste­ro di Polet­ti ave­va deli­be­ra­ta­men­te omes­so di dichia­ra­re il nume­ro dei …

Il bri­vi­do nei nume­ri di Polet­ti Leg­gi altro »

Scatta il Giorno Legale. Sabato 28 marzo a Roma

Mon­do di mez­zo, Mose, Expo, Aemi­lia e, noti­zia giun­ta giu­sto ieri, nien­te­me­no che il ritor­no del­l’o­dio­sa Cric­ca. Sono solo le ulti­me sigle di una tra­ge­dia sen­za fine: la cor­ru­zio­ne ita­lia­na. Un feno­me­no siste­mi­co, dif­fu­so, con­ta­gio­so, in cui si intrec­cia­no mafie e mal­co­stu­me, capa­ci­tà cri­mi­na­le e avi­di­tà, ille­ga­li­tà e spre­gio del­l’e­ti­ca pub­bli­ca. Un pez­zo di Paese …

Scat­ta il Gior­no Lega­le. Saba­to 28 mar­zo a Roma Leg­gi altro »

Venezia coerente e Felice

Dome­ni­ca 15 mar­zo dal­le ore 8 alle ore 20 i resi­den­ti nel Comu­ne di Vene­zia potran­no sce­glie­re il can­di­da­to a sin­da­co del­la coa­li­zio­ne di cen­tro­si­ni­stra, attra­ver­so le ele­zio­ni pri­ma­rie. Vene­zia Pos­si­bi­le sostie­ne la can­di­da­tu­ra di FELICE CASSON, per mol­ti moti­vi: lo abbia­mo sem­pre avu­to al fian­co, fin dal­le bat­ta­glie sto­ri­che, pas­san­do per la cam­pa­gna Civati …

Vene­zia coe­ren­te e Feli­ce Leg­gi altro »

La buona scusa

“Ma per trat­tar del ben ch’i’ vi trovai,/ dirò de l’altre cose ch’i’ v’ho scor­te”. Così Dan­te all’inizio del­la sua Come­dìa. Io, ovvia­men­te non ho l’ambizione d’essere lui, e quin­di farò il con­tra­rio, così che non mi si pos­sa accu­sa­re di pre­giu­di­zio nega­ti­vo, dicen­do pri­ma il bene e poi le altre cose. Nel dise­gno di …

La buo­na scu­sa Leg­gi altro »

Acquaiò, l’acqua è fresca? (Meglio l’oro nero o bianco?)

C’è un det­to anti­co, dif­fu­so nell’area par­te­no­pea e in altre par­ti del Sud e por­ta­to in musi­ca da James Sene­se, che pun­ta a met­te­re in risal­to come sia inu­ti­le chie­de­re al ven­di­to­re pare­ri sul­la qua­li­tà del­la sua mer­ce: “acquaiò, l’acqua è fre­sca?”. Doman­da alla qua­le, quel ven­di­to­re, sicu­ro, rispon­de­rà “man­co ’a neve”, let­te­ral­men­te “nem­me­no la …

Acquaiò, l’acqua è fre­sca? (Meglio l’oro nero o bian­co?) Leg­gi altro »

Un anno di Renzi: la lentezza del governo veloce

Un anno fa, dopo l’ha­sh­tag #Enri­co­stai­se­re­no, la Dire­zio­ne del PD cam­biò ver­so: era neces­sa­rio acce­le­ra­re poi­ché l’a­zio­ne poli­ti­ca del gover­no era trop­po len­ta. Un anno di gover­no Ren­zi. Chis­sà cosa dico­no i nume­ri. Mer­co­le­dì scor­so è sta­to pub­bli­ca­to l’in­te­res­san­te docu­men­to di Open­po­lis, “Il Gover­no al tem­po del­la cri­si — gli ese­cu­ti­vi Ber­lu­sco­ni, Mon­ti, Let­ta e Ren­zi a confronto”, …

Un anno di Ren­zi: la len­tez­za del gover­no velo­ce Leg­gi altro »

Il colpo di spugna della Delega Fiscale

Il Gover­no deve acce­le­ra­re sul­la dele­ga fisca­le (leg­ge n. 23 del 2014), se non altro per­ché la mede­si­ma sca­de il 27 mar­zo 2015. Nel­l’in­for­na­ta di prov­ve­di­men­ti del­la vigi­lia di Nata­le era ricom­pre­so anche lo sche­ma di decre­to legi­sla­ti­vo su “cer­tez­za del dirit­to nei rap­por­ti tra fisco e con­tri­buen­te”. Ma sul­la base di que­sto, in realtà, …

Il col­po di spu­gna del­la Dele­ga Fisca­le Leg­gi altro »

L’Expo senza povertà non è Expo

«Un anno fa la paro­la da asso­cia­re a Expo era “scan­da­lo”. Abbia­mo can­cel­la­to “scan­da­lo” e tra­sfor­ma­to que­sto even­to in un’opportunità». Ini­zia così il discor­so con il qua­le Mat­teo Ren­zi ha chiu­so la gior­na­ta di lavo­ro mila­ne­se “Expo del­le idee”. In clas­si­co sti­le Leo­pol­da, il rit­mo è scan­di­to da sedu­te ple­na­rie e lavo­ro a cir­ca quaranta …

L’Expo sen­za pover­tà non è Expo Leg­gi altro »

L’Europa possibile dopo la marcia di Parigi: #JeSuisCharlie

La gran­de mani­fe­sta­zio­ne di dome­ni­ca scor­sa con 50 capi di gover­no “spin­ti” da alme­no 3 milio­ni di per­so­ne a Pari­gi ha mostra­to che l’Eu­ro­pa c’è: la rispo­sta agli atten­ta­ti ter­ro­ri­sti­ci avve­nu­ti a Pari­gi è sta­ta sen­ti­ta come non mai. Il mes­sag­gio con cui tan­ti han­no affer­ma­to di non aver pau­ra del ter­ro­ri­smo e di voler riprendersi …

L’Europa pos­si­bi­le dopo la mar­cia di Pari­gi: #JeSui­sChar­lie Leg­gi altro »