Scatta il Giorno Legale. Sabato 28 marzo a Roma

Mondo di mezzo, Mose, Expo, Aemilia e, notizia giunta giusto ieri, nientemeno che il ritorno dell’odiosa Cricca. Sono solo le ultime sigle di una tragedia senza fine: la corruzione italiana. Un fenomeno sistemico, diffuso, contagioso, in cui si intrecciano mafie e malcostume, capacità criminale e avidità, illegalità e spregio dell’etica pubblica.

Un pezzo di Paese spesso illuminato solo dalle grandi inchieste della magistratura e percepito solo quando penalizza direttamente uno di noi, mentre sullo sfondo – silenziosa e subdola – rimane la tragedia di tutti. Di tutti quelli che ogni giorno pagano, senza averne consapevolezza, un prezzo salatissimo alla corruzione e alle mafie, in termini di “occulta” maggiorazione delle tasse, di distorsione della concorrenza, di sfiducia nelle relazioni sociali, di soggezione sociale.

Risvegliarci dal torpore del “così fan tutti” è possibile! Ed è necessario.

Dopo l’Assise di Canossa del 2012 lanciata da Pippo Civati e Stefano Rodotà e il primo appuntamento dello scorso anno al Teatro Piccolo Eliseo, anche quest’anno, con l’approssimarsi dell’ora legale, (ri)scatta il Giorno Legale. Sabato 28 marzo, a Roma, al teatro Quirino di via delle Vergini 7, a partire dalle ore 10.

Qui l’evento Facebook a cui aderire.

Una giornata di condivisione, dibattito e proposte sulla Legalità. Per riflettere insieme sulla strada fatta e su quella da fare in relazione agli strumenti normativi in grado di prevenire e sanzionare più efficacemente i fenomeni illegali, con particolare riferimento alla corruzione e agli intrecci con mafie ed evasione: dalla disciplina del conflitto di interessi all’incandidabilità, dal whistleblowing agli strumenti di trasparenza, dal rafforzamento delle misure investigative e dei reati “spia” (l’evasione e i reati tributari in genere) al ripensamento delle sanzioni e della prescrizione. Ma volgendo, anche, lo sguardo oltre i (limitati) confini nazionali e oltre le norme. Per denunciare storie di ordinaria illegalità, ma soprattutto per dar voce a storie di riscatto, coltivando quella Legalità Sommersa di cui il nostro Paese è ricchissimo.

Con Giuseppe Civati, Salvo Tesoriero e Andrea Pertici parteciperanno al Giorno Legale, tra gli altri, Raffaele Cantone, Vincenzo Visco, Francesco Greco, Lucrezia Ricchiuti, Davide Mattiello, Annalisa Corrado, Elly Schlein, Paola Bellone e molti altri ancora.

Prima dell’ora legale, anche quest’anno, scatta il Giorno Legale.

La vera rivoluzione è il rispetto della Legge.

  •  
  •  
  •  
  •  

AIUTACI a scrivere altri articoli come quello che hai appena letto con una donazione e con il 2x1000 nella dichiarazione dei redditi aggiungendo il codice S36 nell'apposito riquadro dedicato ai partiti politici.
Se ancora non la ricevi, puoi registrarti alla nostra newsletter. Partecipa anche tu!

Iscriviti alla newsletter di Possibile

Please wait

Post Correlati