Vaccini liberi da copyright, subito

L'obiettivo in questo momento deve essere solo uno: tutelare il benessere di tutte le persone. Nessuna esclusa, nel minor tempo possibile.
WhatsApp Image 2021-02-03 at 13.55.16

È ora di liberare i vaccini da brevetti e copyright. Lo hanno chiesto il presidente di GIMBE Cartabellotta e il Presidente dell’istituto Mario Negri Garattini nei giorni scorsi, lo chiede la petizione “Right to cure”, indirizzata alla Commissione Europea, che ha già raccolto più di 50.000 firme, è il momento di insistere tutte e tutti.

Nessuna ragione di profitto deve rallentare la somministrazione dei vaccini in Italia e in Europa, nessun paese del mondo – a prescindere dalla propria ricchezza e dalla propria influenza – deve rimanere indietro, come purtroppo sta già succedendo.

Ogni giorno perso significa migliaia di morti in più, limitazioni alle nostre libertà, danni economici enormi. Se non facciamo alla svelta – continuano ad avvisare gli esperti – si rischiano di produrre varianti del virus resistenti ai vaccini già prodotti.

L’obiettivo in questo momento deve essere solo uno: tutelare il benessere di tutte le persone. Nessuna esclusa, nel minor tempo possibile.

  •  
  •  
  •  
  •  

AIUTACI a scrivere altri articoli come quello che hai appena letto con una donazione e con il 2x1000 nella dichiarazione dei redditi aggiungendo il codice S36 nell'apposito riquadro dedicato ai partiti politici.
Se ancora non la ricevi, puoi registrarti alla nostra newsletter. Partecipa anche tu!

Iscriviti alla newsletter di Possibile

Please wait