Un indagato ogni due giorni: il triste record post elezioni siciliane

E' una gara a comunicare il primo inquisito di giornata. Al momento se ne contano sei, uno ogni due giorni. Non male considerati i weekend e le partite infrasettimanali della Nazionale con i successivi giorni di gastrite.
elezioni-sicilia

[vc_row][vc_column][vc_column_text]E’ ter­mi­na­ta da appe­na quin­di­ci gior­ni la cam­pa­gna elet­to­ra­le sici­lia­na, la più brut­ta e noio­sa degli ulti­mi 60 anni, 160 se sei di For­za Italia.

Una lun­ghis­si­ma bat­ta­glia dove le com­pa­gi­ni sfi­dan­ti sono sta­te più abi­li nel cer­ca­re asso­lu­zio­ni che solu­zio­ni per la regione.

Alla fine l’ha spun­ta­ta il cen­tro­de­stra, sto­ri­ca­men­te il più pre­pa­ra­to sul tema e sul­la dife­sa, che se fos­se sta­ta l’Italia, quel­la di cal­cio, ci sarem­mo per­si­no qua­li­fi­ca­ti ai mon­dia­li. E inve­ce no, sia­mo sem­pre l’altra Ita­lia, quel­la che si “accon­ten­ta e gode”, anche se di quel­li che a goder­ne oggi si fa fati­ca a tro­var­li. Per­si­no qui in Sicilia.

E dall’indomani di que­sta par­ti­ta, il 6 novem­bre, la stes­sa data dai cui si “sareb­be riav­via­ta la Sici­lia” (cit.) abbia­mo ini­zia­to una spe­cie di bol­let­ti­no del mat­ti­no che potrem­mo defi­ni­re il “gaz­zet­ti­no ladro di Sici­lia”.

E’ un fre­ne­ti­co scam­bio di mes­sag­gi su Wha­tsapp, comin­cia­to a dire il vero nel­le ulti­me ore del­la cam­pa­gna elet­to­ra­le, tra me ed alcu­ni ami­ci, Pip­po e Bea tra gli altri, in cui si fa a gara a chi invia per pri­mo l’inquisito del gior­no.

Al momen­to se ne con­ta­no sei, con la media di uno ogni due gior­ni. Non male con­si­de­ra­ti i wee­kend e le par­ti­te infra­set­ti­ma­na­li del­la Nazio­na­le con i suc­ces­si­vi gior­ni di gastrite.

Non li cite­rò per­ché è un eser­ci­zio che lascio ai vostri pome­rig­gi. Maga­ri un gior­no ci fare­mo un’app e diven­te­re­mo miliar­da­ri (cit. 2), anche per­ché l’alternativa per noi meri­dio­na­li, al momen­to, fin dal 1980, resta quel­la di apri­re una rostic­ce­ria a Mila­no (cit. 3).

Se pos­so aggiun­ge­re una postil­la sul tema, visto che comun­que se n’è già par­la­to abba­stan­za, vole­vo segna­la­re un aspet­to non irri­le­van­te, a mio avvi­so chiaramente.

Dei sei inda­ga­ti, cin­que di que­sti, sono sta­ti coin­vol­ti dal­la magi­stra­tu­ra per aspet­ti non stret­ta­men­te lega­ti all’attività poli­ti­ca. In sin­te­si, sono impren­di­to­ri, per­so­ne, che com­met­to­no, anzi com­met­te­reb­be­ro, dei rea­ti a pre­scin­de­re dall’incarico per cui si sono can­di­da­ti. Que­sto per dire che la poli­ti­ca può esse­re sì mez­zo, ma non per for­za stru­men­to dell’illecito.

In sostan­za, lo dico prin­ci­pal­men­te ai par­ti­ti; si può esse­re “cri­mi­na­li” ancor pri­ma di esse­re elet­ti e sele­zio­na­ti dal­la clas­se diri­gen­te o per sfa­ta­re un mito, pri­ma anco­ra dell’aggiornamento del casel­la­rio. Giu­sto un appun­to per chi dimen­ti­ca che il con­trol­lo del­le liste non spet­ta alla politica.

A futu­ra memo­ria. Difen­si­va (of course).[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

AIUTACI a scrivere altri articoli come quello che hai appena letto con una donazione e con il 2x1000 nella dichiarazione dei redditi aggiungendo il codice S36 nell'apposito riquadro dedicato ai partiti politici.

Se ancora non la ricevi, puoi registrarti alla nostra newsletter.
Partecipa anche tu!

Ultimi articoli

Il dare una pacca sul sedere a una donna non è percepito dalla maggioranza dell’opinione pubblica, e intendo non solo maschile, come una cosa grave, come un reato, ma solo, al massimo, come una sciocchezza, uno scherzo, un piccolo, insignificante, errore in una carriera di vita immacolata. 
Non basta il 1 dicembre ma serve un impegno deciso, strutturato, permanente capace di superare il mero approccio sanitario e di prevenzione e di guardare oltre, anche alla qualità della vita e alla piena inclusione delle persone sierocoinvolte. Per liberarle da uno stigma che viene dato loro da una società che ha ancora paura di affrontare questo tema.