Una risposta a chi ha votato sì e invoca l’unità contro il populismo

Quella che segue è una risposta a chi oggi sostiene che dobbiamo tornare a unirci per affrontare i populismi. Senza ulteriori commenti.
Schermata-2016-12-05-alle-14.09.24

Quel­la che segue è una rispo­sta a chi ha soste­nu­to il Sì e oggi chie­de, dal Pd e da sini­stra, di tor­na­re a unir­ci per affron­ta­re i popu­li­smi. Sen­za ulte­rio­ri commenti.

Domat­ti­na Mat­teo Ren­zi, che a pre­scin­de­re da quel che farà è non solo anco­ra il lea­der del Pd, ma anche il prin­ci­pa­le auto­re del­l’im­prin­ting cul­tu­ra­le e poli­ti­co che carat­te­riz­za il suo par­ti­to, si pre­sen­ta davan­ti ai gior­na­li­sti e dichiara:

Il Jobs Act è una leg­ge sba­glia­ta, da can­cel­la­re. È sta­to un gra­ve erro­re illu­de­re inte­re gene­ra­zio­ni ves­sa­te dal pre­ca­ria­to quan­do inve­ce abbia­mo ulte­rior­men­te dimi­nui­to i loro dirit­ti e la loro spe­ran­za di usu­fruir­ne. Era sba­glia­ta l’i­dea, e i risul­ta­ti sono sot­to gli occhi di tut­ti, e sono pessimi.

“Ho sba­glia­to a impo­sta­re la poli­ti­ca fisca­le del mio gover­no sul­le man­ce. Gli 80 euro, distri­bui­ti così, non han­no sen­so, e infat­ti non han­no inci­so nem­me­no sui con­su­mi. È poi inspie­ga­bi­le dare 80 euro solo a chi gua­da­gna una cer­ta cifra e non chi gua­da­gna meno, ed è sta­to ulte­rior­men­te assur­do inclu­de­re solo i lavo­ra­to­ri dipen­den­ti. Non con­ten­to di quel­l’er­ro­re, poco pri­ma del refe­ren­dum ho distri­bui­to 500 euro agli stu­den­ti, sen­za fare dif­fe­ren­ze tra chi ne ave­va dav­ve­ro biso­gno e chi no.

“È giu­sto, che le popo­la­zio­ni pos­sa­no dire la loro sul­la costru­zio­ne di infra­strut­tu­re che inci­do­no pesan­te­men­te sul loro ter­ri­to­rio. Ed è sta­to un gra­ve erro­re inci­ta­re addi­rit­tu­ra all’a­sten­sio­ni­smo nel refe­ren­dum sul­le tri­vel­le, un momen­to par­ti­co­lar­men­te bas­so nel­la sto­ria del­la nostra democrazia.

“Ovvia­men­te, cer­ca­re di rifor­ma­re la Costi­tu­zio­ne così, è sta­to l’er­ro­re che mi è costa­to più di tut­ti. Fal­sar­ne i con­te­nu­ti e poli­ti­ciz­zar­li, per­si­no peggio.

“Mi sono cir­con­da­to di yes men, di per­so­na­le uma­no e poli­ti­co ser­vi­le, ho col­ti­va­to il pen­sie­ro uni­co e puni­to quel­lo libe­ro, e quan­do avrei avu­to biso­gno di qual­cu­no che mi sapes­se indi­ca­re i miei erro­ri, non c’e­ra nessuno.

“Ho cre­du­to mol­to nel­la for­za del­la comu­ni­ca­zio­ne, ma mi sono fat­to pren­de­re la mano. È sta­to sba­glia­to usa­re i media vec­chi e nuo­vi come una cla­va, per get­ta­re discre­di­to sugli avver­sa­ri inter­ni ed ester­ni, per dif­fon­de­re fal­si­tà con la com­pli­ci­tà di gior­na­li e gior­na­li­sti ami­ci. Non pos­so lan­cia­re l’al­lar­me per il popu­li­smo mon­tan­te se ne col­ti­vo gli stes­si meto­di, dob­bia­mo tut­ti apri­re una fase nuo­va in cui con­ti la coe­ren­za, la serie­tà, il rispet­to del pen­sie­ro altrui e del­la veri­tà, o sare­mo tut­ti travolti”.

Ognu­no cal­co­li qua­li le pro­ba­bi­li­tà, e quan­ta la cre­di­bi­li­tà (anche fosse).
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

AIUTACI a scrivere altri articoli come quello che hai appena letto con una donazione e con il 2x1000 nella dichiarazione dei redditi aggiungendo il codice S36 nell'apposito riquadro dedicato ai partiti politici.

Se ancora non la ricevi, puoi registrarti alla nostra newsletter.
Partecipa anche tu!

Ultimi articoli

Il Clima entri nelle decisioni della Politica e la Politica si comporti in maniera coscienziosa, non guardando i sondaggi e pensando al prossimo appuntamento elettorale, ma guardi al futuro, alle generazioni future e a chi verrà dopo di loro.
Se scompaiono gli squali, l’Oceano muore. Quello stesso Oceano che produce il 50% dell’ossigeno che respiriamo, e assorbe il 25% dell’anidride carbonica che emettiamo. Se muore l’Oceano, moriamo noi.  Non ci resta, dunque, che salvare gli squali. 
500.000 firme per togliere risorse e giro d’affari alle mafie, per garantire la qualità e la sicurezza di cosa viene venduto e consumato, per mettere la parola fine a una criminalizzazione e a un proibizionismo che non hanno portato a nessun risultato. La cannabis non è una questione secondaria o risibile, ma un tema serio che riguarda milioni di italiani.