Possibile per il lavoro autonomo

Il primo luglio a Verona un incontro dedicato a tutti gli interessati al destino del lavoro autonomo in Italia
#

Sabato 1 Luglio a Verona organizzeremo un incontro per quanti sono interessati al destino del lavoro autonomo in Italia.

In particolare vorremmo riunire quanti hanno idee e proposte relative al lavoro autonomo e alle partite Iva, che vorrebbero sottoporre al Comitato Scientifico e poi agli Stati generali di Possibile magari per tradurli in proposte di legge, e anche quanti sono più semplicemente interessati a questo tema. L’idea è quella di fare una giornata di lavoro per elaborare un documento condiviso da sottoporre agli organi del partito.

Ecco in breve perché crediamo che Possibile debba occuparsi di lavoro autonomo e partite Iva.

Il sistema delle aziende italiano è costituito complessivamente da 4,3 milioni di imprese, che occupano 15,8 milioni di addetti (10,9 sono dipendenti; la dimensione media delle imprese italiane è di 3,7 addetti). Di queste, le micro imprese—quelle con meno di 10 dipendenti—, sono circa 4,1 milioni e pesano per il 95% delle imprese attive, per il 47% degli addetti e per il 31% del valore aggiunto realizzato. Tra le micro imprese, quelle individuali sono più di 2,4 milioni e contribuiscono per circa un terzo al valore aggiunto di questo segmento di imprese (Istat, 2015).

Si tratta quindi di una parte rilevante del sistema produttivo italiano che è sopravvissuta in buona parte alla crisi iniziata nello scorso 2009 e che è rimasta sul territorio contrariamente alla grande industria che negli ultimi dieci anni ha progressivamente delocalizzato le proprie attività.

Purtroppo, gran parte delle normative che regolano la vita di queste micro e piccole imprese sono state create sul modello della grande impresa e unitamente alla crisi economica stanno oggi strangolando questa parte importante del Paese che ogni giorno si inventa un lavoro per sé e per altri. Per questo crediamo che Possibile possa e debba farsi portavoce di un processo di semplificazione e di adeguamento delle normative alle reali possibilità di questo pezzo del Paese, prima di vederlo scomparire, chiudere, tirare giù la serranda o magari appendere la laurea o il mestiere al chiodo.

Chiunque sia interessato a partecipare segnali la sua disponibilità scrivendo a [email protected] e indicando nella email anche un recapito telefonico.
I lavori verso metà mattinata e si chiuderanno nel primo pomeriggio.

Antonio Ceccantini (Comitato Livorno Possibile)
Carlo Massironi (Comitato Veronetta e Impresa Possibile)

  • 165
  •  
  •  
  •  

AIUTACI a scrivere altri articoli come quello che hai appena letto con una donazione e con il 2x1000 nella dichiarazione dei redditi aggiungendo il codice S36 nell'apposito riquadro dedicato ai partiti politici.
Se ancora non la ricevi, puoi registrarti alla nostra newsletter. Partecipa anche tu!

Iscriviti alla newsletter di Possibile

Please wait

Post Correlati