La piattaforma online di Possibile si evolve ancora con nuove funzioni e spazi di partecipazione per gli iscritti

Dopo un'estate di appuntamenti e collaborazioni affrontiamo l'autunno con i primi prodotti del lavoro sulla nostra piattaforma per la condivisione e la deliberazione, dove i nostri tesserati possono interagire con i comitati nazionali, deliberare sulle arie questioni del partito e gestire le proprie attività di comitato locali e dove è possibile per tutti registrarsi e partecipare alle varie discussioni nei canali tematici.

Dopo un’e­sta­te di appun­ta­men­ti e col­la­bo­ra­zio­ni affron­tia­mo l’au­tun­no con i pri­mi pro­dot­ti del lavo­ro sul­la piat­ta­for­ma http://partecipazione.possibile.com, la nostra piat­ta­for­ma per la con­di­vi­sio­ne e la deli­be­ra­zio­ne dove i nostri tes­se­ra­ti pos­so­no inte­ra­gi­re con i comi­ta­ti nazio­na­li, deli­be­ra­re sul­le arie que­stio­ni del par­ti­to e gesti­re le pro­prie atti­vi­tà di comi­ta­to loca­li e dove è pos­si­bi­le per tut­ti regi­strar­si e par­te­ci­pa­re alle varie discus­sio­ni nei cana­li tematici.

Ago­rà
Le discus­sio­ni nei cana­li aper­ti han­no dato otti­mi frut­ti: il forum sul­la pro­po­sta di Revi­sio­ne Costi­tu­zio­na­le è ovvia­men­te ric­chis­si­mo di spun­ti che da qui al voto saran­no sem­pre più attua­li ed impor­tan­ti. Il cana­le si è appe­na arric­chi­to con la discus­sio­ne sul docu­men­to “Una rifor­ma pun­tua­le, con­di­vi­sa e demo­cra­ti­ca” fir­ma­to da Gian­fran­co Pasqui­no, Andrea Per­ti­ci, Mau­ri­zio Viro­li e Rober­to Zaccaria.

123

La discus­sio­ne sul­la GPA inve­ce ha rac­col­to mol­ti spun­ti e posi­zio­ni sen­si­bi­li ed argo­men­ta­te e sta per giun­ge­re alla fase suc­ces­si­va: a cura del Comi­ta­to Scien­ti­fi­co ver­rà pre­pa­ra­to un docu­men­to di sin­te­si che ver­rà sot­to­po­sto a una o più vota­zio­ni da par­te dei tesserati.
Il cana­le sul­la rico­stru­zio­ne è sta­to natu­ral­men­te mol­to par­te­ci­pa­to e ha rac­col­to mol­tis­si­me pro­po­ste che si spe­ra ver­ran­no mes­se in ope­ra dai comi­ta­ti che con­ti­nue­ran­no a tene­re alta l’at­ten­zio­ne anche nei pros­si­mi mesi, quan­do i riflet­to­ri del­la stam­pa e tv andran­no altro­ve ed i ter­re­mo­ta­ti non andran­no lascia­ti soli. Il cana­le Acco­glien­za pun­ta a diven­ta­re l’e­sem­pio di rac­col­ta dati e buo­ne pra­ti­che che dovrà esse­re repli­ca­to il più pos­si­bi­le per la nostra azio­ne in pri­ma per­so­na sul territorio.

Infi­ne ecco i nuo­vi due cana­li in rispo­sta all’in­fau­sto #fer­ti­ly­day del Mini­ste­ro del­la Salu­te, Pos­si­bi­le e Pip­po Civa­ti lan­cia­no una rac­col­ta di pro­po­ste e poli­ti­che per un vero, moder­no ed egua­li­ta­rio pia­no per la nata­li­tà e la fami­glia. Il cana­le su Fisco, eco­no­mia e lavo­ro pun­ta ad esse­re il più ambi­zio­so ed impe­gna­ti­vo, per i moti­vi che tut­ti pos­sia­mo imma­gi­na­re. Si par­te con una discus­sio­ne sul lavo­ro di Emi­lia­no San­to­ro su Irpef e Pro­gres­si­vi­tà Fisca­le, ma pre­sto giun­ge­ran­no mol­tis­si­mi altri contributi.

Forum degli Ammi­ni­stra­to­ri Pubblici
E’ a comin­cia­re dal­le cit­tà e da chi ci rap­pre­sen­ta nei Con­si­gli Comu­na­li che le nostre pro­po­ste pos­so­no tro­va­re con­cre­ta attua­zio­ne e dise­gna­re il Nuo­vo Mon­do, deter­mi­nan­do quel cam­bia­men­to già in atto nel­la socie­tà e che la poli­ti­ca deve accompagnare.
Per que­sto moti­vo abbia­mo imma­gi­na­to la costru­zio­ne di una comu­ni­tà atti­va degli Ammi­ni­stra­to­ri di Pos­si­bi­le, raf­for­zan­do­ne l’azione di pro­po­sta e di con­trol­lo nei Con­si­gli Comu­na­li in una logi­ca di rete, così da ela­bo­ra­re insie­me posi­zio­ni con­di­vi­se sui temi locali.
Le cit­tà Pos­si­bi­li sarà un luo­go cir­co­la­re di scam­bio dove ognu­no potrà met­te­re in comu­ne ciò che sa per­ché sia di uti­li­tà per l’altro: dal­la rac­col­ta di Buo­ne Pra­ti­che, all’e­la­bo­ra­zio­ne con­di­vi­sa e all’ar­chi­vio del­le mozio­ni da sot­to­por­re all’at­ten­zio­ne dei Con­si­gli comu­na­li che ci vedo­no pre­sen­ti, alla discus­sio­ne aper­ta su temi e azio­ni ammi­ni­stra­ti­ve da por­ta­re avan­ti a livel­lo loca­le e intercomunale.

 

124Vie Pos­si­bi­li
Le nuo­ve VIE POSSIBILI sia­mo final­men­te pron­ti con il lan­cio del­la sezio­ne rin­no­va­ta e dispo­ni­bi­le a tut­ti i tes­se­ra­ti: Le Vie Pos­si­bi­li tor­na­no per sup­por­ta­re tut­te le discus­sio­ni sui pro­get­ti dei comitati.

Per­cor­si e pro­get­ti che potran­no incon­trar­si e incro­ciar­si tra loro, for­ma­liz­zan­do pro­po­ste poli­ti­che e solu­zio­ni comu­ni, per i qua­li i comi­ta­ti che vi col­la­bo­ra­no indi­vi­due­ran­no un respon­sa­bi­le che rap­pre­sen­te­rà Pos­si­bi­le su quel pro­get­to e su quel­l’ar­go­men­to, anche con rela­ti­va rac­col­ta fon­di in cro­w­d­fun­ding sul sito di Pos­si­bi­le se necessario.

 

Come sem­pre abbia­mo fat­to mol­to, ma mol­to di più ver­rà dal vostro sup­por­to, dal­la vostra pas­sio­ne, le vostre idee, per un futu­ro più giu­sto ed equo.

AIUTACI a scrivere altri articoli come quello che hai appena letto con una donazione e con il 2x1000 nella dichiarazione dei redditi aggiungendo il codice S36 nell'apposito riquadro dedicato ai partiti politici.

Se ancora non la ricevi, puoi registrarti alla nostra newsletter.
Partecipa anche tu!

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Il salario. Minimo, indispensabile. Una proposta di legge possibile.

Già nel 2018 Pos­si­bi­le ha pre­sen­ta­to una pro­po­sta di leg­ge sul sala­rio mini­mo. In quel­la pro­po­sta, l’introduzione di un sala­rio mini­mo lega­le, che rico­no­sces­se ai mini­mi tabel­la­ri un valo­re lega­le erga omnes quan­do que­sti fos­se­ro al di sopra del­la soglia sta­bi­li­ta, for­ni­va una inno­va­ti­va inter­pre­ta­zio­ne del­lo stru­men­to, sino a quel tem­po bloc­ca­to dal timo­re di ero­de­re pote­re con­trat­tua­le ai sin­da­ca­ti. Il testo del 2018 è sta­to riscrit­to e miglio­ra­to in alcu­ni dispo­si­ti­vi ed è pron­to per diven­ta­re una pro­po­sta di leg­ge di ini­zia­ti­va popolare.

500.000 firme per la cannabis: la politica si è piantata? Noi siamo per piantarla e mobilitarci.

500.000 fir­me per toglie­re risor­se e giro d’affari alle mafie, per garan­ti­re la qua­li­tà e la sicu­rez­za di cosa vie­ne ven­du­to e con­su­ma­to, per met­te­re la paro­la fine a una cri­mi­na­liz­za­zio­ne e a un proi­bi­zio­ni­smo che non han­no por­ta­to a nes­sun risul­ta­to. La can­na­bis non è una que­stio­ne secon­da­ria o risi­bi­le, ma un tema serio che riguar­da milio­ni di italiani.

Possibile per il Referendum sulla Cannabis

La can­na­bis riguar­da 5 milio­ni di con­su­ma­to­ri, secon­do alcu­ni addi­rit­tu­ra 6, mol­ti dei qua­li sono con­su­ma­to­ri di lun­go cor­so che ne fan­no un uso mol­to con­sa­pe­vo­le, non peri­co­lo­so per la società.
Pre­pa­ra­te lo SPID! Sarà una cam­pa­gna bre­vis­si­ma, dif­fi­ci­le, per cui ser­vi­rà tut­to il vostro aiu­to. Ma si può fare. Ed è giu­sto provarci.

Corridoi umanitari per chi fugge dall’Afghanistan, senza perdere tempo o fare propaganda

La prio­ri­tà deve esse­re met­te­re al sicu­ro le per­so­ne e non può esse­re mes­sa in discus­sio­ne da rim­pal­li tra pae­si euro­pei. Il dirit­to d’asilo è un dirit­to che in nes­sun caso può esse­re sot­to­po­sto a “vin­co­li quan­ti­ta­ti­vi”. Ser­vo­no cor­ri­doi uma­ni­ta­ri, e cioè vie d’accesso sicu­re, lega­li, tra­spa­ren­ti attra­ver­so cui eva­cua­re più per­so­ne possibili. 

Firenze, una cosa è certa: non si è trattato di un errore umano

Nel­l’at­te­sa di rice­ve­re noti­zie chia­re e cir­co­stan­zia­te sul­la dina­mi­ca di quan­to avve­nu­to in via Mari­ti a Firen­ze, una cosa si deve dire: non si è trat­ta­to di un erro­re umano.

E que­sto, nono­stan­te le insi­nua­zio­ni dei tito­li dei gior­na­li, arri­va­te appe­na pas­sa­to lo shock ini­zia­le, è neces­sa­rio dir­lo con chiarezza.

Vertice Italia-Africa: a chi serve?

Lune­dì 29 gen­na­io si è tenu­to a Roma, nell’aula del Sena­to, il ver­ti­ce “Ita­lia-Afri­ca. Un pon­te per una cre­sci­ta comu­ne”, per la pri­ma vol­ta “ele­va­to a ran­go di Ver­ti­ce di Capi di Sta­to e di Gover­no” come ha sot­to­li­nea­to Melo­ni. A chi e a cosa è servito?