Migranti, Civati-Maestri: Minniti vuole rifarsi verginità, ma firmò memorandum con Libia

#

Minniti tenta di rifarsi una verginità sui migranti e sulla Libia. Partecipa ai talk show e rilascia dichiarazioni come se lui non avesse mai avuto alcun ruolo. Ma a tutto c’è un limite, di decenza e di verità: da ex ministro dell’Interno è corresponsabile di ciò che accade ai migranti nei centri di detenzione libica e in mare. È stato proprio Minniti a preparare il memorandum, firmato dall’allora presidente del Consiglio Paolo Gentiloni nel febbraio 2017. Un memorandum che non è mai passato in Parlamento, nonostante le nostre richieste”. Lo dichiarano Giuseppe Civati, fondatore di Possibile, e Andrea Maestri, della segreteria nazionale di Possibile.

“In questo clima di finta amnesia collettiva – aggiungono Civati e Maestri – è necessario ricordare che anche allora la Libia era un Paese insicuro. Anche quando Minniti preparava gli accordi non c’era alcuna garanzia per i migranti, visto che Tripoli non ha mai ratificato la Convenzione di Ginevra del 1951 sulla protezione dei rifugiati”.

  • 1.2K
  •  
  •  
  •  

AIUTACI a scrivere altri articoli come quello che hai appena letto con una donazione e con il 2x1000 nella dichiarazione dei redditi aggiungendo il codice S36 nell'apposito riquadro dedicato ai partiti politici.
Se ancora non la ricevi, puoi registrarti alla nostra newsletter. Partecipa anche tu!

Iscriviti alla newsletter di Possibile

Please wait

Post Correlati