Migranti, Civati-Maestri: “Solidarietà al parroco di Vicofaro”

#

“Esprimiamo la più profonda solidarietà e amicizia a Don Massimo Biancalani, parroco di Vicofaro a Pistoia, che per la sua opera di accoglienza verso i migranti è oggetto di scherno e vere e proprie aggressioni su Facebook e non solo. L’hate speach esce dal web e diventa la lama che taglia le ruote delle biciclette dei ragazzi accolti, di diverse origini e nazionalità. Salvini ancora una volta, come aveva fatto con le “rom frugatrici” di Follonica (chiuse in un cassonetto da due dipendenti di un supermercato, dileggiate e riprese mentre gridavano disperate), getta acido muriatico sulla convivenza civile delle persone”. Lo dichiarano il deputato segretario di Possibile, Pippo Civati, e il deputato di Sinistra italiana-Possibile, Andrea Maestri, commentando gli attacchi di Salvini al parroco che ha concesso un giorno di svago ad alcuni migranti.

“Diverse Procure – aggiungono – hanno già ricevuto esposti e denunce: è tempo che questo soggetto, che si è spinto ben oltre il limite della libertà di pensiero ed opinione, aizzando i suoi followers come veri e propri teppisti del web, sia processato per istigazione a delinquere e violazione della legge Mancino.

Ed è anche auspicabile che venga isolato dal resto del mondo politico perché il suo comportamento ha connotati neofascisti, razzisti, discriminatori che contrastano con la Costituzione e con le leggi”.

  • 734
  •  
  •  
  •  
  •  

AIUTACI a scrivere altri articoli come quello che hai appena letto con una donazione e con il 2x1000 nella dichiarazione dei redditi aggiungendo il codice S36 nell'apposito riquadro dedicato ai partiti politici.
Se ancora non la ricevi, puoi registrarti alla nostra newsletter. Partecipa anche tu!

Iscriviti alla newsletter di Possibile

Please wait

Post Correlati