Maturità: tutte le incertezze ai tempi del Coronavirus

L'esperienza dell'Esame di Stato, che è sempre stata tramandata per generazioni, si blocca nel 2020, e noi saremo per sempre ricordati come "i maturandi ai tempi covid-19". Ci sono da porre alcune domande alla Ministra Azzolina perchè per noi maturandi e per i docenti, questi sono tempi difficili. 

Pubblichiamo la testimonianza di Isabella Sofia De Gregorio, studentessa di Bologna al quinto anno di liceo. La sua riflessione pone l’accento sui dubbi e sulle incertezze che preoccupano molti studenti e studentesse, che ancora oggi non conoscono le modalità di svolgimento dell’esame di maturità. Per raccontarci come state vivendo la didattica a distanza o per contribuire alla proposta di Possibile con la vostra idea di Scuola per il futuro, potete scrivere a [email protected] 

L’esperienza dell’Esame di Stato, che è sempre stata tramandata per generazioni, si blocca nel 2020, e noi saremo per sempre ricordati come “i maturandi ai tempi covid-19”. Ci sono da porre alcune domande alla Ministra Azzolina perchè per noi maturandi e per i docenti, questi sono tempi difficili.

“Maturità light” dicono i giornali, ma maturità light non proprio. Prima le prove erano 3 da 20 punti l’una. Ora un solo orale che vale 60 punti. La Ministra dovrebbe, vista anche la situazione incerta a livello psicologico ed emotivo degli studenti, chiarire come funzionerà l’orale, se ci saranno o meno gli spunti interdisciplinari, quali saranno i criteri di valutazione, come funzionerà l’assegnazione dei punti, se ci sarà la presentazione di un percorso o anche in base a cosa verranno assegnati i punti bonus.

Cinque anni di liceo, di emozioni e di esperienze vengono di colpo trasferite dentro a un computer. E questa situazione provoca non pochi disagi, specialmente per chi dovrà affrontare l’Esame di Stato.  Anche l’aspetto personale ed emotivo non va messo da parte!

La maturità è un rito di passaggio verso l’Università. Le cose però non sono chiare nemmeno in questo caso: test di ingresso (tolc) bloccati, immatricolazioni pure, bandi non usciti, open day annullati. Il CISIA, che si occupa dei test di ingresso a livello nazionale, ha comunicato che i test saranno online a partire dalla fine di maggio. Ottimo, a due settimane dall’Esame di Stato più incerto della storia, noi maturandi dovremmo anche entrare all’Università. Non fa una piega.

 Isabella De Gregorio

AIUTACI a scrivere altri articoli come quello che hai appena letto con una donazione e con il 2x1000 nella dichiarazione dei redditi aggiungendo il codice S36 nell'apposito riquadro dedicato ai partiti politici.
Se ancora non la ricevi, puoi registrarti alla nostra newsletter. Partecipa anche tu!

Post Correlati