La sinistra radicale alleata di Alfano

La coerenza viene prima della necessità di accomodarsi su qualche poltrona, la voglia di costruire una proposta credibile e di sinistra viene prima delle carriere personali.

Qualche giorno fa abbiamo chiarito che ritenevamo sbagliata la scelta del Sindaco Orlando di farsi sostenere dal partito della nazione. Avevamo invitato tutta la sinistra a prendere posizione sul tema perché per essere credibili non si può valutare quanto accade a Palermo come privo di conseguenze nazionali.

A qualche mese dalle regionali siciliane, nella città capoluogo si cementa un’alleanza che porta ad una lista unica PD/Alfano con la benedizione di  tutti i colonnelli locali. Le forze della sinistra avevano a nostro avviso il dovere politico e morale di smarcarsi ed offrire ai siciliani un’alternativa a questo schema. Uno schema sperimentato a Palermo che vedrà la sua consacrazione alle prossime regionali con un accordo che rischia di essere ancora più esteso se, come auspica Cuffaro, ci sarà persino la convergenza di FI.

Purtroppo, nonostante le roboanti parole di Ferrero al congresso di Rifondazione Comunista, “mai alleanze con il PD”, ancora una volta localmente rischia di prevalere la voglia di giustificare tutto pur di poter soddisfare i pruriti assessoriali di qualche dirigente. Solo in questo modo è leggibile il triplo salto carpiato con cui la dirigenza locale di RC non solo giustifica l’alleanza con PD ed Alfano, ma chiede a Possibile di chiarire la sua posizione.

Al Segretario Provinciale Fumetta rispondiamo che la nostra posizione è chiara da tempo e non prevede il sostegno a questo genere di operazioni. La coerenza viene prima della necessità di accomodarsi su qualche poltrona, la voglia di costruire una proposta credibile e di sinistra viene prima delle carriere personali.

Se Rifondazione è il partito che si identifica nella relazione di Ferrero allora, come abbiamo detto, ci sono le porte spalancate per un lavoro comune. Se invece prevale il gattopardismo del segretario provinciale di Palermo e l’opacità della sua posizione allora crediamo non ci sarà un terreno di confronto.

Per ricostruire a sinistra servono posizioni limpide e cristalline, serve la capacità di offrire soprattutto al sud una politica diversa e migliore. Noi proveremo a fare questo e  con orgoglio rivendichiamo la nostra totale indisponibilità a sostenere questo genere di operazioni a tutti i livelli.
  •  
  •  
  •  
  •  

AIUTACI a scrivere altri articoli come quello che hai appena letto con una donazione e con il 2x1000 nella dichiarazione dei redditi aggiungendo il codice S36 nell'apposito riquadro dedicato ai partiti politici.
Se ancora non la ricevi, puoi registrarti alla nostra newsletter. Partecipa anche tu!

Iscriviti alla newsletter di Possibile

Please wait

Post Correlati