La campagna referendaria per costruire un modello di Paese

Quanto accade in queste ore nella vita politica del Paese rende ancora più evidente che nessuna seria alternativa di governo al partito della nazione  può nascere e affermarsi nel Paese senza saper navigare in mare aperto. Questa forza nascente deve essere anche in grado parlare a larghe parti dell’elettorato che non si riconoscono in una destra xenofoba,  in un progetto di governo confuso e accentratore e in un movimento che, nato per “aprire la scatola” e favorire la partecipazione, si è nel tempo trasformato in uno dei partiti più chiusi ed autoritari che si ricordino nella politica d’Italia.

Possibile aveva proposto questa sfida ormai un anno fa chiedendo a tutti di affrontarla senza rendite di posizione, senza la predeterminazione dei gruppi dirigenti, provando a costruire un grande progetto di governo alternativo e capace di coinvolgere i cittadini sul grande tema della lotta alle diseguaglianze e della piena centralità del cittadino-elettore. In tanti ci dissero che eravamo divisivi e velleitari ma oggi appare evidente che se la costruzione di una nuova proposta di governo avviene per somma di classi dirigenti e senza alcuna chiarezza sui punti fondamentali questo progetto è destinato a implodere e a diventare elettoralmente irrilevante. Davanti a noi c’è la sfida referendaria di ottobre e vogliamo trasformarla in una grande operazione di dibattito sul modello di Paese che abbiamo in mente costruendo occasioni di ascolto e confronto con i tantissimi che in modo spontaneo si stanno mobilitando. A sinistra pensiamo forse di sprecare ancora una volta un’occasione? O magari di usarla per posizionarci tatticamente nel logoro scacchiere politico italiano?

Per scongiurare queste opzioni Possibile è pronta a mettersi a disposizione trasformando i suoi comitati in spazi aperti e coinvolgenti capaci di aprire un dibattito reale sulla sovranità dei cittadini nel nostro Paese, sostenendo le ragioni del NO al Referendum e contribuendo a costruire un pezzo di quella narrazione politica che oggi in Italia colpevolmente manca.

  •  
  •  
  •  
  •  

AIUTACI a scrivere altri articoli come quello che hai appena letto con una donazione e con il 2x1000 nella dichiarazione dei redditi aggiungendo il codice S36 nell'apposito riquadro dedicato ai partiti politici.
Se ancora non la ricevi, puoi registrarti alla nostra newsletter. Partecipa anche tu!

Iscriviti alla newsletter di Possibile

Please wait

Post Correlati