Festival Boreal: nessuno spazio a chi va contro i valori costituzionali

Riceviamo e molto volentieri pubblichiamo la lettera con la quale ANPI (Associazione Nazionale Partigiani d’Italia), ANED (Associazione Nazionale ex deportati nei Campi Nazisti), ANPPIA (Associazione Nazionale Perseguitati Politici antifascisti) e Istituto Veronese per la storia della Resistenza e dell’Età Contemporanea chiedono al Prefetto di Verona la revoca del permesso concesso all’organizzazione dell’evento “Festival Boreal – European Meeting”, in programma questo weekend. Il festival, infatti, prevede l’intervento di personalità legate alla destra neofascista europea ed è occasione perché queste diverse realtà vengano a contatto tra di loro, nel comune intento di diffondere valori in aperto contrasto con quanto sancito dalla Costituzione Repubblicana. 

 

Oggetto: richiesta revoca permesso evento “Festival Boreal – European Meeting” in programma a Torri del Benaco dal 1 al 3 luglio 2016.

Signor Prefetto,

le associazioni e sodalizi sottoscrittori della presente comunicano, in nome e per conto dei loro aderenti, tutta la propria assoluta contrarietà in merito alla manifestazione indicata in oggetto, sponsorizzata da Forza Nuova, che raggrupperà rappresentanti dell’estrema destra neofascista Europea, come Jobbik, NPD, APF, DK, a Torri del Benaco in provincia di Verona, luogo simbolo dell’antifascismo e città decorata di Medaglia d’oro al Valor Militare per la Resistenza.

E’ grave che una manifestazione che si pone al di fuori dei valori costituzionali, sia stata autorizzata dal Sindaco di Torri del Benaco (Stefano Nicotra) su suolo pubblico, con la presenza di esponenti come Nick Griffin (Alliance for Peace and Freedom) già condannato per incitamento all’odio razziale e come Udo Pastors, parlamentare dell’Npd, condannato per incitamento all’odio popolare. La nostra Costituzione, nata dalla Resistenza e dal sacrificio di molti e molte che non hanno esitato a sacrificare la vita e la giovinezza per liberare l’Italia dal fascismo e dal nazismo, vieta espressamente la propaganda delle idee che sono lo scopo primario del raduno e dei concerti previsti.

In un contesto come quello Veronese, già scosso da avvenimenti violenti e tragici legati all’estremismo di destra, abbiamo fondato timore che questa manifestazione possa rappresentare un precedente simbolico per ulteriori eventi di questo genere nella nostra provincia e possa creare gravi problemi di ordine pubblico, considerando anche la particolarità della zona e della stagione turistica.

Per tutti i motivi sopra esposti chiediamo che la S.V. vieti che la suddetta manifestazione eversiva possa tenersi nel territorio della provincia e si faccia interprete presso il Governo per una messa al bando definitiva di formazioni e programmazioni incostituzionali.

In attesa di cortese riscontro, La preghiamo di accogliere i nostri migliori saluti.

Verona, 28 giugno 2016

A.N.P.I. – Associazione Nazionale Partigiani d’Italia

IVrR – Istituto Veronese per la storia della Resistenza e dell’Età Contemporanea

A.N.E.D. – Associazione Nazionale Ex Deportati nei campi nazisti

A.N.P.P.I.A. – Associazione Nazionale Perseguitati Politici Italiani Antifascisti
  •  
  •  
  •  
  •  

AIUTACI a scrivere altri articoli come quello che hai appena letto con una donazione e con il 2x1000 nella dichiarazione dei redditi aggiungendo il codice S36 nell'apposito riquadro dedicato ai partiti politici.
Se ancora non la ricevi, puoi registrarti alla nostra newsletter. Partecipa anche tu!

Iscriviti alla newsletter di Possibile

Please wait

Post Correlati