Festival Boreal: nessuno spazio a chi va contro i valori costituzionali

Il festival Boreal prevede l'intervento di personalità legate alla destra neofascista europea ed è occasione perché queste diverse realtà vengano a contatto tra di loro, nel comune intento di diffondere valori in aperto contrasto con quanto sancito dalla Costituzione Repubblicana.

Rice­via­mo e mol­to volen­tie­ri pub­bli­chia­mo la let­te­ra con la qua­le ANPI (Asso­cia­zio­ne Nazio­na­le Par­ti­gia­ni d’Italia), ANED (Asso­cia­zio­ne Nazio­na­le ex depor­ta­ti nei Cam­pi Nazi­sti), ANPPIA (Asso­cia­zio­ne Nazio­na­le Per­se­gui­ta­ti Poli­ti­ci anti­fa­sci­sti) e Isti­tu­to Vero­ne­se per la sto­ria del­la Resi­sten­za e dell’Età Con­tem­po­ra­nea chie­do­no al Pre­fet­to di Vero­na la revo­ca del per­mes­so con­ces­so all’or­ga­niz­za­zio­ne del­l’e­ven­to “Festi­val Boreal — Euro­pean Mee­ting”, in pro­gram­ma que­sto wee­kend. Il festi­val, infat­ti, pre­ve­de l’in­ter­ven­to di per­so­na­li­tà lega­te alla destra neo­fa­sci­sta euro­pea ed è occa­sio­ne per­ché que­ste diver­se real­tà ven­ga­no a con­tat­to tra di loro, nel comu­ne inten­to di dif­fon­de­re valo­ri in aper­to con­tra­sto con quan­to san­ci­to dal­la Costi­tu­zio­ne Repubblicana. 

 

Ogget­to: richie­sta revo­ca per­mes­so even­to “Festi­val Boreal – Euro­pean Mee­ting” in pro­gram­ma a Tor­ri del Bena­co dal 1 al 3 luglio 2016.

Signor Pre­fet­to,

le asso­cia­zio­ni e soda­li­zi sot­to­scrit­to­ri del­la pre­sen­te comu­ni­ca­no, in nome e per con­to dei loro ade­ren­ti, tut­ta la pro­pria asso­lu­ta con­tra­rie­tà in meri­to alla mani­fe­sta­zio­ne indi­ca­ta in ogget­to, spon­so­riz­za­ta da For­za Nuo­va, che rag­grup­pe­rà rap­pre­sen­tan­ti del­l’e­stre­ma destra neo­fa­sci­sta Euro­pea, come Job­bik, NPD, APF, DK, a Tor­ri del Bena­co in pro­vin­cia di Vero­na, luo­go sim­bo­lo del­l’an­ti­fa­sci­smo e cit­tà deco­ra­ta di Meda­glia d’o­ro al Valor Mili­ta­re per la Resistenza.

E’ gra­ve che una mani­fe­sta­zio­ne che si pone al di fuo­ri dei valo­ri costi­tu­zio­na­li, sia sta­ta auto­riz­za­ta dal Sin­da­co di Tor­ri del Bena­co (Ste­fa­no Nico­tra) su suo­lo pub­bli­co, con la pre­sen­za di espo­nen­ti come Nick Grif­fin (Allian­ce for Pea­ce and Free­dom) già con­dan­na­to per inci­ta­men­to all’o­dio raz­zia­le e come Udo Pastors, par­la­men­ta­re del­l’Npd, con­dan­na­to per inci­ta­men­to all’o­dio popo­la­re. La nostra Costi­tu­zio­ne, nata dal­la Resi­sten­za e dal sacri­fi­cio di mol­ti e mol­te che non han­no esi­ta­to a sacri­fi­ca­re la vita e la gio­vi­nez­za per libe­ra­re l’Italia dal fasci­smo e dal nazi­smo, vie­ta espres­sa­men­te la pro­pa­gan­da del­le idee che sono lo sco­po pri­ma­rio del radu­no e dei con­cer­ti previsti.

In un con­te­sto come quel­lo Vero­ne­se, già scos­so da avve­ni­men­ti vio­len­ti e tra­gi­ci lega­ti all’e­stre­mi­smo di destra, abbia­mo fon­da­to timo­re che que­sta mani­fe­sta­zio­ne pos­sa rap­pre­sen­ta­re un pre­ce­den­te sim­bo­li­co per ulte­rio­ri even­ti di que­sto gene­re nel­la nostra pro­vin­cia e pos­sa crea­re gra­vi pro­ble­mi di ordi­ne pub­bli­co, con­si­de­ran­do anche la par­ti­co­la­ri­tà del­la zona e del­la sta­gio­ne turistica.

Per tut­ti i moti­vi sopra espo­sti chie­dia­mo che la S.V. vie­ti che la sud­det­ta mani­fe­sta­zio­ne ever­si­va pos­sa tener­si nel ter­ri­to­rio del­la pro­vin­cia e si fac­cia inter­pre­te pres­so il Gover­no per una mes­sa al ban­do defi­ni­ti­va di for­ma­zio­ni e pro­gram­ma­zio­ni incostituzionali.

In atte­sa di cor­te­se riscon­tro, La pre­ghia­mo di acco­glie­re i nostri miglio­ri saluti.

Vero­na, 28 giu­gno 2016

A.N.P.I. — Asso­cia­zio­ne Nazio­na­le Par­ti­gia­ni d’Italia

IVrR – Isti­tu­to Vero­ne­se per la sto­ria del­la Resi­sten­za e dell’Età Contemporanea

A.N.E.D. – Asso­cia­zio­ne Nazio­na­le Ex Depor­ta­ti nei cam­pi nazisti

A.N.P.P.I.A. – Asso­cia­zio­ne Nazio­na­le Per­se­gui­ta­ti Poli­ti­ci Ita­lia­ni Antifascisti
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

AIUTACI a scrivere altri articoli come quello che hai appena letto con una donazione e con il 2x1000 nella dichiarazione dei redditi aggiungendo il codice S36 nell'apposito riquadro dedicato ai partiti politici.

Se ancora non la ricevi, puoi registrarti alla nostra newsletter.
Partecipa anche tu!

Ultimi articoli

Lo ha detto il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella: "La vaccinazione è un dovere morale e civico. La libertà è condizione irrinunciabile ma chi limita oggi la nostra libertà è il virus, non gli strumenti e le regole per sconfiggerlo".
Per il oltre il 5% della popolazione italiana l’accesso a scuola, lavoro, vita sociale, affettività, sessualità può essere precluso da ostacoli più o meno concreti che vanno dalle barriere architettoniche all’inadeguatezza delle norme che, anche quando presenti spesso non vengono rispettate e a quello più insidioso: la discriminazione.
Vede, caro ministro, per noi il punto fondamentale è proprio questo: la qualità delle intese sul clima, ormai, non la fanno tanto i contenuti quanto le tempistiche per raggiungere gli obiettivi.