FCA: incredibile che non si sappia cosa accade domani a 750 lavoratori

750 lavoratori della FCA di Piedimonte San Germano vedono in queste ore scadere il proprio contratto a tempo determinato. Il livello di incertezza è tale che questi lavoratori, in questi minuti, non sanno ancora come dovranno comportarsi domani mattina

[vc_row][vc_column][vc_column_text css=”.vc_custom_1509539769615{margin-top: 20px !important;}”][/vc_column_text][vc_column_text]Cosa signi­fi­ca pre­ca­ria­to? Basta guar­da­re quel­lo che sta acca­den­do allo sta­bi­li­men­to FCA di Pie­di­mon­te San Ger­ma­no dove 750 lavo­ra­to­ri del­la FCA di Pie­di­mon­te San Ger­ma­no vedo­no in que­ste ore sca­de­re il pro­prio con­trat­to a tem­po deter­mi­na­to. Il livel­lo di incer­tez­za è tale che que­sti lavo­ra­to­ri, in que­sti minu­ti, non san­no anco­ra come dovran­no com­por­tar­si doma­ni mat­ti­na.

Il fat­to dav­ve­ro nega­ti­vo da sot­to­li­nea­re è come que­ste per­so­ne sia­no trat­ta­te, anche in que­sta fase, esclu­si­va­men­te come un fat­to­re pro­dut­ti­vo nume­ri­co, come del­le mac­chi­ne ani­ma­te che pos­so­no esse­re acce­se o spen­te alla biso­gna. Non è pos­si­bi­le non con­si­de­ra­re i rit­mi di lavo­ro disu­ma­ni e i com­por­ta­men­ti figli di una (sotto)cultura otto­cen­te­sca a cui tut­ti i lavo­ra­to­ri del­lo sta­bi­li­men­to sono sta­ti sot­to­po­sti in que­sti mesi. Tut­to que­sto per ana­li­si di mer­ca­to com­ple­ta­men­te erra­te che come al soli­to stan­no pagan­do i più debo­li.

Le dif­fi­col­tà incon­tra­te sul mer­ca­to dal­la Giu­lia e il discre­to risul­ta­to del­la Stel­vio non sono even­ti improv­vi­si veri­fi­ca­te­si nel­le ulti­me ore tali da giu­sti­fi­ca­re que­sti com­por­ta­men­ti last second non rispet­to­si del­la digni­tà e del­la vita del­le per­so­ne. Alla Fiat Chry­sler Auto­mo­ti­ve, già abba­stan­za scal­tra nel costruir­si una socie­tà di dirit­to olan­de­se con domi­ci­lio fisca­le nel Regno Uni­to, i comi­ta­ti di Pos­si­bi­le del­la pro­vin­cia di Fro­si­no­ne chie­do­no con for­za di non dis­si­pa­re il capi­ta­le uma­no del­la azien­da e di rispet­ta­re pro­fes­sio­na­la­li­tà e digni­tà dei lavo­ra­to­ri indi­can­do loro le stra­te­gie di bre­ve e medio ter­mi­ne del­la azien­da che li coinvolgono.

Alcu­ni sin­da­ci han­no già lan­cia­to un segna­le di allar­me. Ai sin­da­ca­ti, alle isti­tu­zio­ni pro­vin­cia­li e a quel­le regio­na­li e ai par­la­men­ta­ri, già impe­gna­ti in cam­pa­gna elet­to­ra­le, chie­dia­mo di foca­liz­za­re in que­sta dif­fi­ci­lis­si­ma fase la pro­pria azio­ne su FCA per otte­ne­re dal­la mul­ti­na­zio­na­le dell’automotive del­le rispo­ste chiare.

Anche que­sto dram­ma­ti­co epi­so­dio dimo­stra come la nostra pro­vin­cia deb­ba rapi­da­men­te costrui­re un tes­su­to indu­stria­le alter­na­ti­vo a que­sto così fra­gi­le e par­ti­co­lar­men­te espo­sto alle cri­si di un sin­go­lo mercato.

Comi­ta­ti POSSIBILE Pro­vin­cia di Fro­si­no­ne[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

AIUTACI a scrivere altri articoli come quello che hai appena letto con una donazione e con il 2x1000 nella dichiarazione dei redditi aggiungendo il codice S36 nell'apposito riquadro dedicato ai partiti politici.

Se ancora non la ricevi, puoi registrarti alla nostra newsletter.
Partecipa anche tu!

Ultimi articoli

Il dare una pacca sul sedere a una donna non è percepito dalla maggioranza dell’opinione pubblica, e intendo non solo maschile, come una cosa grave, come un reato, ma solo, al massimo, come una sciocchezza, uno scherzo, un piccolo, insignificante, errore in una carriera di vita immacolata.