Fabrizio Pellegrini è uscito dal carcere

Fabrizio Pellegrini è uscito dal carcere e si trova ora agli arresti domiciliari. Per noi di Possibile è stata una grande battaglia di civiltà che abbiamo sostenuto con forza in tutte le sedi, fino all’interrogazione al ministro della Giustizia Orlando che ha portato a questo risultato.

La questione della cannabis terapeutica è di fondamentale importanza e per noi non si esaurisce qui: per questo continueremo la battaglia in parlamento sulla legge per la legalizzazione della cannabis e continueremo a chiedere al Ministro Orlando di promuovere una riforma del Codice penale che consenta alle persone affette da patologie che necessitano di cure palliative, come quelle che richiedono l’uso della cannabis e dei suoi derivati, di non dover incorrere in denunce e pene detentive. Le iniziative prese per Fabrizio Pellegrini sono un esempio, ma non possono bastare. Bisogna pensare a una normativa urgente che chiarisca con certezza a tutti il fatto che l’autoproduzione di cannabis per «uso personale medico» non integra ipotesi di reato, in attesa che l’Italia si doti di una legge adatta.

Giuseppe Civati, Andrea Maestri

  •  
  •  
  •  
  •  

AIUTACI a scrivere altri articoli come quello che hai appena letto con una donazione e con il 2x1000 nella dichiarazione dei redditi aggiungendo il codice S36 nell'apposito riquadro dedicato ai partiti politici.
Se ancora non la ricevi, puoi registrarti alla nostra newsletter. Partecipa anche tu!

Iscriviti alla newsletter di Possibile

Please wait

Post Correlati