È ufficiale: Possibile è un partito riconosciuto dalla legge

Pochi minuti fa la Commissione di garanzia degli statuti e per la trasparenza e il controllo dei rendiconti dei partiti politici ha pubblicato sul sito parlamento.it la delibera con cui comunica l’iscrizione di Possibile al registro dei partiti politici riconosciuti.

L’importante traguardo giunge a meno di un anno dall’inizio del nostro percorso e a quasi cinque mesi dal primo deposito dello statuto, avvenuto alla fine dello scorso novembre. Dopo le successive integrazioni richieste dalla Commissione, la nuova approvazione degli Stati generali di Possibile e il secondo deposito del testo avvenuto il 18 febbraio, la Commissione ha giudicato positivamente lo statuto di Possibile su quanto richiesto dalla legge italiana in materia di democrazia, rappresentatività, trasparenza, inoltrandolo al Poligrafico dello Stato per la pubblicazione in Gazzetta ufficiale, prevista tra una decina di giorni.

Quanto ai benefici di legge per l’anno in corso, Possibile ha promosso ricorso al TAR Lazio per vederli riconosciuti (avendo fatto domanda nei termini di legge), il TAR ha rigettato la domanda cautelare ed ora, avendo fatto appello, si attende il pronunciamento del Consiglio di Stato. Siamo fiduciosi che i nostri iscritti, elettori e simpatizzanti in caso di vittoria potranno già da quest’anno sostenere Possibile con erogazioni liberali e 2 per mille.

  • 4
  •  
  •  
  •  

AIUTACI a scrivere altri articoli come quello che hai appena letto con una donazione e con il 2x1000 nella dichiarazione dei redditi aggiungendo il codice S36 nell'apposito riquadro dedicato ai partiti politici.
Se ancora non la ricevi, puoi registrarti alla nostra newsletter. Partecipa anche tu!

Iscriviti alla newsletter di Possibile

Please wait