Dl Genova, Brignone-Pastorino: Cantone svela capolavoro dilettantismo

#
“Il presidente dell’Anac Cantone ha svelato l’ennesima falla del decreto Genova: il pericolo di infiltrazioni mafiose. E non solo: i notevoli poteri conferiti al commissario possono generare, paradossalmente, una paralisi. Il provvedimento, scritto col cuore come ha detto Toninelli, fa probabilmente difetto nella logica e soprattutto manca totalmente di concretezza. Un capolavoro di dilettantismo su ogni fronte. La maggioranza deve aprirsi al dialogo e recepire gli emendamenti di chi conosce davvero la realtà della città e non la usa per strumentalizzazioni e propaganda”. Lo dichiarano la segretaria di Possibile, Beatrice Brignone, e il deputato genovese, Luca Pastorino, segretario di presidenza per Liberi e uguali alla Camera.
 
“Ieri a Roma – aggiungono Brignone e Pastorino – c’è stata una giornata importante, quasi storica per Genova: tutte le associazioni di categoria hanno sottoscritto un documento comune per chiedere al governo misure serie. In questi ormai due mesi dopo il disastro, Toninelli è riuscito fare tutto e il contrario di tutto, ci manca poco e riesce a riabilitare anche l’immagine di Autostrade per la risoluzione più veloce dei problemi riguardo alla ricostruzione del ponte”. 
  • 145
  •  
  •  
  •  
  •  

AIUTACI a scrivere altri articoli come quello che hai appena letto con una donazione e con il 2x1000 nella dichiarazione dei redditi aggiungendo il codice S36 nell'apposito riquadro dedicato ai partiti politici.
Se ancora non la ricevi, puoi registrarti alla nostra newsletter. Partecipa anche tu!

Iscriviti alla newsletter di Possibile

Please wait

Post Correlati