Dichiariamo Emergenza Climatica

#

Chiediamo a tutte e tutti voi di fare pressione sui rappresentanti nelle istituzioni perché anche in Italia succeda lo stesso. E di valutare la credibilità di chi risponderà, se risponderà, perché non siano solo promesse vuote.

Noi stiamo già rispondendo, anzi lo urliamo da ieri in avanti fino a perderci la voce e magari possiamo essere noi i vostri rappresentanti.

Non è vero che tutti i politici non si occupano del clima, non è vero che siano tutti uguali. Da anni attaccate ad alzo zero, giustamente, per l’inerzia dei gruppi dirigenti. Ora tocca a tutti noi suonare una sveglia, anzi, una sirena, fragorosa, come quella dei porti. È il momento che salti il diaframma tra competenza e politica e che ci si metta tutti in gioco.

Per il pianeta e per cambiare un sistema ingiusto che non possiamo più sostenere. Per i nostri figli.

Qui è in gioco la nostra sopravvivenza e, prestissimo, il benessere di miliardi di persone, anche di quelle che ora si sentono al sicuro e non vedono il pericolo. E si affidano ancora a chi lo nega, lo minimizza, lo sottrae all’attenzione del dibattito pubblico.

Un giorno ci chiederanno, i nostri figli e i nostri nipoti, che cosa abbiamo fatto. Ecco, dobbiamo avere una risposta seria da offrire loro.

Negli Stati Uniti e in altri paesi europei cittadine e cittadini, donne e molti uomini di cultura e di spettacolo accompagnano gli scienziati in questa denuncia. Prendono parola. E si schierano. Facciamolo anche qui. E facciamolo ora, perché non c’è più tempo.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

AIUTACI a scrivere altri articoli come quello che hai appena letto con una donazione e con il 2x1000 nella dichiarazione dei redditi aggiungendo il codice S36 nell'apposito riquadro dedicato ai partiti politici.
Se ancora non la ricevi, puoi registrarti alla nostra newsletter. Partecipa anche tu!

Iscriviti alla newsletter di Possibile

Please wait

Post Correlati