Servono proposte più ambiziose, innovative e coraggiose

Il Pd del dentro tutto perde moltissimi elettori. Chi dopo le europee dava per risolta la questione grillina si ritrova il M5s altissimo.

La sinistra ha fatto un buon risultato a Bologna, mentre a Milano ha pagato le decisioni di chi ha comunque deciso di sostenere il candidato del partito della nazione. A Roma l’eredità politica e l’effetto psicologico legato a Marino sono andati alla candidata del M5s.

Senza alcuna visibilità nazionale, né una coalizione uniforme, non è stato semplice emergere. Nei centri medi le cose vanno molto meglio, ma nelle piazze più importanti il risultato è stato deludente, inutile nasconderselo. Abbiamo cercato di favorire progetti che fossero autonomi e unitari, a cui forse però manca la capacità di rappresentare una valida alternativa per l’elettorato deluso del Pd, che è numeroso, ma sceglie piuttosto l’astensione o il M5s, forse perché non trova a sinistra proposte abbastanza coraggiose e chiare. Il Pd della nazione di marca renziana è il vero responsabile della scomparsa del centrosinistra, ma per andare incontro a chi lo ha abbandonato servono progetti innovativi e ambiziosi, capaci di rivoluzionare anche i riti e le formule della sinistra tradizionale, come in qualche caso è avvenuto, soprattutto al Sud.

Quanto ai ballottaggi, infine, noi saremo all’opposizione. Non diamo indicazioni, gli elettori sono maturi a sufficienza per fare liberamente le loro valutazioni, e invitiamo comunque tutti a partecipare al voto.

AIUTACI a scrivere altri articoli come quello che hai appena letto con una donazione e con il 2x1000 nella dichiarazione dei redditi aggiungendo il codice S36 nell'apposito riquadro dedicato ai partiti politici.
Se ancora non la ricevi, puoi registrarti alla nostra newsletter. Partecipa anche tu!