Civati: «l’accordo commerciale Ue-Canada passi per Parlamenti»

“A fine giugno si discuterà in sede Europea l’accordo commerciale tra Canada e Ue, il CETA, nel solco dei nuovi trattati economici che dovrebbero favorire l’apertura dei mercati e la creazione di lavoro. Molte inchieste e denunce hanno fatto emergere come questo accordo invece di favorire lavoro e sviluppo sia punitivo nei confronti di piccoli produttori a vantaggio delle multinazionali. L’accordo dovrebbe vedere il coinvolgimento dei Parlamenti dei diversi Stati, ma in realtà la strada scelta è quella di far decidere esclusivamente gli esecutivi. Per questo ho deciso di sostenere una petizione per impegnare il Governo italiano a non appoggiare la scelta di ratificare l’accordo soltanto in Commissione Europea, come invece è orientato a fare il ministro Calenda, danneggiando anche i Parlamenti degli altri Stati membri. La sede per discutere il trattato resta il Parlamento perché quello è il luogo dove devono essere discusse approfonditamente scelte che avranno inevitabili ricadute sulla vita di milioni di cittadini”. Così in una nota il deputato di Possibile Pippo Civati.

  •  
  •  
  •  
  •  

AIUTACI a scrivere altri articoli come quello che hai appena letto con una donazione e con il 2x1000 nella dichiarazione dei redditi aggiungendo il codice S36 nell'apposito riquadro dedicato ai partiti politici.
Se ancora non la ricevi, puoi registrarti alla nostra newsletter. Partecipa anche tu!

Iscriviti alla newsletter di Possibile

Please wait

Post Correlati